Jorge Lorenzo: “Il rinnovo di Dovizioso non cambia nulla”

Jorge Lorenzo (Getty Images)

In sette delle ultime dieci gare di MotoGP a Le Mans, la Yamaha ha sempre trionfato. Jorge Lorenzo ha vinto ben cinque volte ma attualmente è solo al ventesimo posto nella classifica generale e ha raccolto solo sei punti in quattro gare. A Le Mans, su una delle sue piste preferite, Lorenzo spera in un risultato eccezionale con la Ducati. Il primo giorno di prove però non ha portato buoni risultati. Lo spagnolo ha raggiunto solo la decima posizione. Tra l’altro Lorenzo è a 0,640 secondi sopra il miglior tempo del suo compagno di squadra Ducati, Andrea Dovizioso. Queste le sue parole: “La gomma posteriore morbida non è molto consumata, molti piloti potrebbero utilizzarla per molti giri. Penso che questa volta sia possibile usarla in gara. Per quanto riguarda la gomma anteriore morbida, molto dipende dalla moto e dallo stile di guida. Probabilmente in gara si potrebbe usare una miscela morbida avanti e indietro”. A Le Mans Lorenzo utilizza un nuovo telaio, che è stato autorizzato a testare nel Mugello la scorsa settimana per la prima volta. “È solo diverso dal precedente. La sensazione all’ingresso della curva e al centro della curva è migliore. E anche sui dossi. Non importa molto, ma è meglio in questo settore, quindi continueremo con quello.”

Jorge Lorenzo: “Spero di arrivare in prima o seconda fila”

“Questo fine settimana è difficile perché ho solo un nuovo telaio. Ecco perché confronti e cambiamenti non sono così facili. Spero che al Mugello possiamo equipaggiare entrambe le moto con il nuovo telaio, così sarà più facile testare impostazioni diverse. Entrambi i telai sono della stagione 2018, il nuovo è un’evoluzione della versione precedente. Userò il nuovo telaio qui, ma la seconda moto ha ancora il vecchio telaio. Non sono soddisfatto in generale. Abbiamo modificato qualcosa quando sono uscito con nuove gomme. È stato un errore, sono migliorato solo di tre decimi. Domani sarebbe bello entrare nella prima o nella seconda fila. Per la gara di domenica siamo più o meno allo stesso punto di Jerez. È positivo. Il rinnovo di Dovizioso non mi influenza, era quello che mi aspettavo. Non è stata una sorpresa, sono felice per Andrea e la Ducati. È stato un atto logico perché lavorano alla grande in pista, sono molto competitivi. Questo non cambia la mia situazione. Per me e per la Ducati saranno molto importanti le prossime due gare. I risultati devono migliorare. Dobbiamo raggiungere il podio. Vogliamo continuare insieme”.