Andrea Dovizioso: “Marquez mi voleva per tenermi sotto controllo”

Il rider italiano fa luce sulle trattative

Andrea Dovizioso (Getty Images)

MotoGP | Andrea Dovizioso: “Marquez mi voleva per tenermi sotto controllo”

Andrea Dovizioso ha finalmente firmato con Ducati. La notizia era nell’aria da tempo, ma oggi è arrivata la definitiva ufficialità. A quanto pare quindi a Borgo Panigale hanno deciso di soddisfare le richieste del rider italiano. Ora resta da capire solo chi affiancherà Dovi nel prosieguo della sua avventura con la Rossa.

Il rinnovo di Jorge Lorenzo, infatti, appare giorno dopo giorno sempre più complesso e si fanno strada in maniera sempre più insistente voci su un possibile approdo in Ducati da parte di uno tra Miller e Petrucci. In particolare l’italiano non ha mai nascosto il suo desiderio di voler passare nel team ufficiale e potrebbe rappresentare un’ottima opzione.

Battistella ha aiutato tanto Dovizioso

Intervistato dai colleghi di Sky Sport, Andrea Dovizioso ha così commentato il mancato approdo in Honda: “L’HRC è l’HRC, è normale che bisogna valutarla per quello che ha fatto, per quella che è. Io la conosco, adesso credo sia un po’ diversa, è normale che siamo entrati nei dettagli per capire tutto il più possibile. Quando hai delle proposte devi tirare la riga e ragionare in modo lucido. Simone, il mio manager è stato molto bravo, mi aiuta tanto in queste situazioni, credo e spero di aver fatto la scelta giusta”.

Il rider italiano, infine ha parlato anche di Marquez: “Io con Marc ho un buon rapporto, per quel poco che si può avere tra piloti, soprattutto di nazionalità diversa. Mi fa piacere quello che ha detto su di me anche in passato. Credo che saremmo potuti essere una squadra molto forte. Però credo che sia stata più giusta la mia scelta. Probabilmente il pilota che è pluricampione del mondo credo abbia pensato che con la stessa moto avrebbe avuto più chance di gestirmi. A parte questo mi fa piacere avere dei rapporti tranquilli e sereni con tutti e con Marc c’è”.

Antonio Russo