Sebastian Vettel: “Vogliamo stracciare la Mercedes”

Sebastian Vettel (©Getty Images)

F1| Sebastian Vettel: “Vogliamo stracciare la Mercedes”

Kimi Raikkonen ha le idee chiare. Malgrado il fresco ritiro di Barcellona per noie alla power unit si è detto più convinto che mai delle possibilità della Ferrari di vincere il mondiale quest’anno e in particolare ha sollecitato il team e i tifosi a non farsi prendere dal panico per le recenti gare al di sotto delle aspettative e per la ripresa delle Frecce d’Argento mostrata proprio al Montmelo.

“Finora la lotta è stata piuttosto serrata, ma nell’ultimo GP la Mercedes ha dimostrato di avere una marcia in più. A mio avviso comunque noi non eravamo messi così male come potrebbe sembrare ora“, ha affermato parlando al sito ufficiale della F1. “Di certo loro sono stati più forti però poteva essere per via del circuito o di altro. Lo scopriremo nei prossimi eventi”.

L’importante è stravincere

Sostenuto dal pensiero stupendo dell’1-2 firmata nel 2017 a Montecarlo, l’altro lato del box rosso, ossia quello di Sebastian Vettel oggi principale inseguitore di Lewis Hamilton, in fuga con 17 punti di vantaggio nella generale, ha provato a immaginarsi un uguale esito il weekend venturo  quando il Circus farà tappa nel Principato.

“In Spagna ci hanno battuto, ma a Monaco avremo a disposizione diverse novità che potrebbero stravolgere le cose. Detto ciò non dobbiamo dimenticare quanto accaduto lo scorso fine settimana e per cui ci resta molto da fare. E’ senz’altro bello vincere in volata, ma noi puntiamo a fare molto di più ed è per questo che stiamo lavorando“, ha rilanciato il tedesco.

In ottica gara monegasca sotto ottimista e credo proprio che saremo in ottima forma. Poi una volta lì vedremo. Le gomme saranno più morbide del solito e non va dimenticato che è un tracciato particolare. Speriamo ci regali belle sorprese”, l’augurio conclusivo del quattro volte iridato.

Al momento la Ferrari è seconda anche nella classifica marca dove è ferma a 78 lunghezze contro le 95 di Stoccarda.

 

Chiara Rainis