MotoGP, Alex Rins rinnova con Suzuki fino al 2020

Alex Rins
Alex Rins ©Getty Images

MotoGP, Alex Rins rinnova con Suzuki fino al 2020.

Alex Rins viene confermato pilota del Team Suzuki Ecstar per altre due stagioni, con una proroga del contratto annunciata poco prima del GP di Francia che vedrà Rins rimanere con la fabbrica di Hamamatsu fino al 2020.

Rins ha debuttato in MotoGP nel 2017 e nonostante un duro inizio di stagione contrassegnato da un infortunio, è stato in grado di risalire a metà stagione, mostrando miglioramenti consistenti nelle sue prestazioni e instaurando un buon feeling con la GSX-RR. Lo spagnolo ha poi mostrato un buon passo nei test invernali prima del 2018, seguito a breve dalla conquista del suo primo podio nella classe regina al GP di Argentina quest’anno, dove ha agguantato il terzo posto e lottato per la vittoria.

“Il rinnovo del contratto di Alex è motivo di grande orgoglio per noi, soprattutto perché abbiamo sempre sperato che fosse un progetto che sarebbe durato per un lungo periodo di tempo”, afferma Shinichi Sahara, Project Leader del team Suzuki. “Abbiamo iniziato questa avventura con lui l’anno scorso con l’obiettivo non solo di vederlo crescere come pilota della MotoGP, ma anche di crescere e svilupparci al suo fianco. Credo che il viaggio verso il successo sia un processo che deve essere anticipato passo dopo passo, prendendo il tempo giusto, imparando dagli errori e sfruttando i successi. Sia Alex che il suo equipaggio, insieme a tutto il team Suzuki, hanno compiuto notevoli progressi in questo senso, e questo è il motivo per cui siamo molto felici di avere la possibilità di costruire questo progetto per altri due anni”.

Le dichiarazioni di Brivio e Rins

“Sono molto felice di aver potuto finalizzare il rinnovo del contratto di Alex per le stagioni MotoGP del 2019 e 2020”, aggiunge Davide Brivio – Team Manager. “Alex sta crescendo e migliorando velocemente, e sapere di essere insieme ancora a lungo consente a tutti di concentrarsi e lavorare ancora più duramente per ottenere risultati importanti con lui. Sono contento che Alex sia stato felice di stare con noi, e voglio ringraziare l’equipaggio di Alex e tutti nel Team, così come tutto lo staff in Giappone per aver creato un ambiente piacevole in cui sente di poter continuare a lavorare bene e crescere. Ora continuiamo a fare un ottimo lavoro insieme a questo entusiasmante progetto “.

Soddisfatto il pilota spagnolo che, forte di un podio stagionale, può programmare la sua ascesa ai piani alti della classifica con relativa calma. “Sono molto contento di questo rinnovo del contratto”, afferma Alex Rins. “Anche quando ero ancora in Moto2, e stavo progettando di trasferirmi in MotoGP, è sempre stato il progetto Suzuki ad essere più brillante e interessante ai miei occhi. Il mio debutto l’anno scorso è stato complicato; c’era il mio infortunio alla schiena nel test di Valencia del 2016, poi l’infortunio alla caviglia durante l’allenamento e infine l’infortunio al braccio ad Austin. Quindi, dopo solo due gare, avevamo attraversato un periodo molto difficile, ma ho sempre sentito l’affetto e il sostegno di Suzuki e dell’intero Team. Siamo stati in grado di ribaltare la situazione grazie a pazienza, duro lavoro e coerenza, e finalmente quest’anno abbiamo ottenuto il primo podio insieme al mio terzo posto in Argentina. Ma non importa quali siano i risultati, sia positivi che negativi, l’umore nella scatola è sempre stato positivo. Il progetto che il team ha creato per me è fantastico, posso fidarmi pienamente delle capacità dell’azienda e del team quando si tratta di sviluppo e miglioramento, e sono certo che possiamo continuare a puntare a grandi risultati. Ora dobbiamo solo continuare a lavorare duramente per vedere fino a che punto possiamo andare”.