Sebastian Vettel: “Ci è mancato qualcosa”

Sebastian Vettel (©Getty Images)

F1| Sebastian Vettel: “Problemi di gomme bilanciamento.Ci è mancato qualcosa”

Aiutato da un ottimo start, almeno il secondo posto in quel del Montmelo per un po’ lo aveva assaporato ed invece Sebastian Vettel si avvierà verso il round di Montecarlo con parecchio amaro in bocca. Rientrato inspiegabilmente al box sotto Virtual Safety Car, attivata a seguito del guasto sull’auto di Esteban Ocon, per una seconda sosta ancora su gomme medie, il tedesco si è ritrovato non solo alle spalle della Mercedes di Bottas, ma pure della Red Bull di Verstappen.

“Le nostre gomme non sarebbero durate quanto agli altri, come ad esempio a Valtteri”, ha cercato di spiegare alla fine la strategia Ferrari. “Non era possibile fare come loro, quindi abbiamo dovuto fermarci perdendo due posizioni su quelli che erano rimasti fuori. Va detto poi che il pit stop non è stato perfetto. Avevo poblemi di bilanciamento e le gomme scelte per il fine settimana forse non erano giuste. In generale non avevamo il passo. Dopo la prima sosta la situazione è un po’ migliorata, ma siamo stati comunque costretti a fermarci ancora”. Il tedesco ha infine rivelato di essere rimasto stupito dal ritmo della Red Bull di Mad Max, giunto davanti a lui: “E’ stata una sorpresa perché aveva anche un danno all’ala anteriore. Le nostre coperture erano un pochino più fresche, però incredibilmente hanno concluso in condizioni peggiori delle loro. Avevo tante vibrazioni, dunque dovremo analizzare. Ci è mancato qualcosa”.

Ko tecnico

Già rallentato nel corso delle libere 2 da noie all’unità termica che aveva obbligato i meccanici della Rossa a sostituire la power unit, Kimi Raikkonen ha dovuto dire addio alla corsa al giro 25 quando ha accusato un altro cedimento. “Sicuramente mi è mancata molta spinta, ho perso potenza. Avrei potuto continuare a girare ma non più a piena velocità. Dobbiamo verificare da cosa è stato causato”, è rimasto sul vago.

Infine Iceman non ha saputo dare una risposta precisa neppure sulla natura dell’intoppo: “Non so se è stesso lo stesso di venerdì. Prima di poterci esprimere dobbiamo condurre tutte le analisi del caso”.

Chiara Rainis