Superbike Imola, Prove Libere: le dichiarazioni dei piloti

Bonora Agency
Chaz Davies (Bonora Agency)

La prima giornata di Prove Libere Superbike a Imola ci ha detto che probabilmente in questo weekend avremo un altro duello accesso Ducati-Kawasaki.

Al termine di FP1, FP2 ed FP3 sono Chaz Davies e Jonathan Rea ad aver siglato il miglior tempo. I primi due della classifica generale SBK hanno ottenuto lo stesso crono, cosa che si vede raramente. Sono loro due i favoriti del weekend, senza dubbio. Marco Melandri, giunto terzo, ha preso oltre 4 decimi. Sorpresa positiva Lorenzo Savadori, quarto sulla sua Aprilia. Dietro all’italiano ci sono Michael van der Mark (Yamaha), Tom Sykes (Kawasaki), Xavi Fores (Ducati), Leon Haslam (Kawasaki), Jordi Torres (MV Agusta) e Michael Rinaldi (Ducati). Questa la top 10 coi piloti che hanno acceso diretto alla Superpole 2. Gli altri partiranno dalla Superpole 1 domani e si giocheranno i due posti disponibili.

Superbike Imola 2018: commenti post-Prove Libere

Chaz Davies (Ducati): «Siamo abbastanza sicuri di dove possiamo migliorare domani – riporta Motorsport -. Sappiamo da che parte andare. Duello con Rea? Non si può mai essere sicuri, magari domattina qualcuno troverà qualcosa. Sembra che Melandri e Savadori siano i primi inseguitori, ma io e Johnny siamo più veloci».

Jonathan Rea (Kawasaki): «Feeling importante sulla moto, sono stato veloce – riporta Speedweek -. Nel test di Brno abbiamo lavorato intensamente. Abbiamo messo a punto la moto in una direzione diversa mai provata prima. Ci siamo concentrati principalmente sul bilanciamento della moto. Non abbiamo avuto nuove parti per il test. Adesso dobbiamo ancora valutare quale pneumatico montare in gara».

Marco Melandri (Ducati): «E’ stata una buona giornata, abbiamo fatto un buon lavoro. La squadra ha migliorato il set-up della moto turno dopo turno. Abbiamo cercato di lavorare per il passo gara. Credi che mi manchi ancora un paio di decimi da Rea e Davies, però conto domani di fare meglio anche grazie alla spinta dei tifosi».

Lorenzo Savadori (Aprilia): «E’ stata una giornata positiva. Aprilia e la squadra di Milwaukee hanno lavorato molto dopo Assen. La moto è migliorata un po’ e, naturalmente, dobbiamo lavorare di più per la gara di domani, ma in generale oggi è stata una giornata positiva. Penso che Kawasaki e Ducati abbiano un altro ritmo rispetto a noi e agli altri piloti, sono molto veloci. Spero di avere un buon passo domani».

Michael van der Mark (Yamaha): «Quella di Imola è sempre stata una pista complicata per Yamaha in questi anni, ero curioso di fare le prime prove libere. In FP1 ho litigato con la stabilità della moto, poi la FP2 è stata brutta. Ma siamo rimasti calmi e abbiamo trovato una soluzione. In FP3 abbiamo fatto un grande passo avanti, abbiamo intrapreso la giusta strada e siamo riusciti a migliorare significativamente il tempo sul giro, anche rispetto al 2017. Ma ci manca ancora molto per avere il passo dei primi due».

Michael Rinaldi (Ducati): «Abbastanza soddisfatto oggi, è sempre positivo andare direttamente in SP2. Sono un po’ rammaricato perché abbiamo faticato a fare questo tempo, pensavo di poter girare più forte. Però dopo il turno di stamane, dove ho girato poco, va bene così. Stiamo un po’ rincorrendo, non stiamo rispettando il piano di lavoro stabilito. Comunque è positivo essere in SP2. Domani lavoreremo sodo perché essere nei primi cinque è il nostro target».

 

Matteo Bellan