Moto2, occhi puntati sul box Triumph: primi test ad Aragon

Triumph, Moto2

La Triumph sostituirà la Honda in Moto2 a partire dalla prossima stagione. Sarà il costruttore inglese l’unico fornitore per i motori in questa categoria. Occhi puntati sui box Triumph dunque ad Aragon, dove svolgono i primi test.

Nella giornata di oggi sono stati svolti dei test ad Aragon, con alcuni team di Moto 3 e Moto 2 scesi in pista in vista del prossimo GP. A sorpresa però ad attirare maggiormente l’attenzione generale è stato il box di Triumph. A partire dalla prossima stagione infatti sarà proprio il costruttore inglese il fornitore unico per i motori in Moto 2. Andrà dunque a prendere il posto della Honda.

Ovvio dunque che le attenzioni fossero rivolte a tale box, con la speranza di ottenere qualche anticipazione sulla Moto 2 che verrà. I tecnici hanno messo alla prova il 3 cilibri di 765 cc, con la centralina unica realizzata da Magneri Marelli.

Moto 2, occhi sul box Triumph

In pista è stata mostrata una Daytona di serie, ma con una sostanziale differenze. In questo caso infatti la carena è stata rivista, e oggi presenta una presa d’aria più grande per l’air box. A salire in sella è stato Julian Simon, collaudatore di Triumph, con il compito di mettere alla prova la nuova elettronica.

Ad attendere con ansia che vengano ultimati i lavori sia sul motore che sulla centralina sono i telaisti della Moto 2, che dovranno ancora aspettare prima di poter portare in pista i prototipi con la nuova ciclistica. Kalex ha testato di già un nuovo telaio, sfruttando i tre cilindri standard con Jesko Raffin, negli ultimi mesi. Altri invece aspettano di poter avere tra le mani il propulsore definitivo.

I test saranno completati tra oggi e domani ad Aragon, consentendo anche di controllare le prestazioni del motore in vista del 2019, che presenterà oltre alla ECU Magneti Marelli, anche una testata modificata, delel valvole in titanio, il carter del tutto ridisegnato e dei nuovi ugelli per l’aspirazione.