Vergne: “Alonso? In Ferrari avrebbe già vinto”

Fernando Alonso (©Getty Images)

F1| Vergne: “In Ferrari Alonso avrebbe già vinto delle gare”

Sarà perché lo scorso weekend ha dominato al debutto la 6 Ore di Spa con la Toyota, sta di fatto che il nome di Fernando Alonso si è rivelato finora il più chiacchierato delle vigilia del GP di Spagna, primo round europeo della F1 targata 2018. Ad esprimersi, tra gli altri, sul camaleontico asturiano, un ex del paddock come Jean-Eric Vergne, al momento al comando della classifica generale in Formula E.

Secondo il francese, se il due volte iridato fosse stato al volante della SF71-H o della W09 avrebbe già vinto delle gare quest’anno. “Quando si è spinti dallo stesso motore di un team che è in grado di portarsi a casa delle corse e si finisce pure alle spalle della Toro Rosso Honda, c’è davvero da preoccuparsi”, ha dichiarato ad F1i.com punzecchiando la McLaren. “Credo che abbiano molta pressione addosso. Nando mi ha detto che in vista di Barcellona hanno in preparazione diverse parti nuove, ma sinceramente a mio avviso, se fosse stato nella squadra di Stoccarda o in quella di Maranello, si sarebbe già aggiudicato qualche gran premio, in quanto non ha nulla da invidiare ad un Hamilton o ad un Vettel“.

Il caso Mad Max

Passando invece ad un altro protagonista caldo del mondiale in corso, ossia Verstappen, il discreto JEV, ha avuto nei suoi confronti parole di supporto a dispetto del tornado di critiche che si tira sempre dietro a causa della sua guida a tratti sconsiderata.

E’ un driver delle capacità uniche e dal grande talento pur rischiando parecchio“, ha sostenuto. “In passato è sempre riuscito a portare a termine manovre impossibili e solo adesso sta riscontrando difficoltà. Calmandosi un po’ e capendo l’importanza di finire le gare, sono certo potrà tornare nel gruppo di testa. Purtroppo ad oggi sta commettendo troppi errori”.

Nessun rimpianto

Per chiudere, Vergne ha riflettuto sulla propria carriera. “Non sono pentito di essere andato via dalla F1. Anche se mi avessero richiamato come è successo a Brendon Harlety non avrei accettato. In fin dei conti lui avrà al massimo uno o due anni di contratto. E poi cosa succede? Sinceramente sono più interessato a competere in due categorie in contemporanea“.

 

Chiara Rainis