MotoGP Jerez, Valentino Rossi: “Problemi chiari, Yamaha lenta a reagire”

Valentino Rossi
Valentino Rossi (©Getty Images)

MotoGP Jerez, Valentino Rossi: “Problemi chiari, Yamaha lenta a reagire”

Valentino Rossi a Jerez è riuscito a limitare i danni, chiudendo al quinto posto. Tuttavia, è d’obbligo ricordare che ciò stato possibile grazie al clamoroso incidente che ha coinvolto il trio Lorenzo-Pedrosa-Dovizioso. Grandi difficoltà per lui sulla Yamaha, ma peggio è andata al compagno Maverick Vinales (settimo).

Ovviamente fa specie che il team ufficiale Movistar si ritrovi dietro a quello clienti Tech3, che ha messo Johann Zarco sul podio con un secondo posto dopo la partenza dalla prima fila. Domani a Jerez ci sarà un test che potrebbe aiutare la squadra, anche se la sensazione è che serva ancora del tempo per individuare la soluzione. Il prossimo gran premio in una pista amica come Le Mans può aiutare, però la concorrenza è forte.

MotoGP Jerez, Valentino Rossi commenta la gara

Valentino Rossi al termine del Gran Premio di Spagna 2018 a Jerez è intervenuto ai microfoni di Sky Sport MotoGP. Queste le sue considerazioni sulla corsa odierna: «Peggio di quello che pensavo, speravo di andare un po’ meglio. Il problema è che siamo contenti per questo 5° posto. Da una parte sono felice perché in gara ho dato il massimo cercando di non sbagliare niente, sapendo che fosse una gara difficile, però dall’altra parte saremmo stati ottavi senza la tripla caduta. La nostra situazione è abbastanza critica. Da tanto lo dico. I problemi sono chiari, ma sembriamo lenti a reagire e questo mi rende triste».

Secondo il nove volte campione del mondo, in Yamaha non sono abbastanza rapidi nel fare i miglioramenti necessari su quegli aspetti che lui e Maverick Vinales segnalano come problemi. L’analisi del Dottore è proseguita: «Continuerò a spingere e a sperare. Se risolviamo qualche problemino possiamo essere molto più competitivi. A Le Mans più forti? Dipende sempre da pista a pista, forse in qualcuna saremo un po’ meno in difficoltà. Però non so cosa voglia dire, se potremo essere da podio o solo stare nei primi cinque. ».

Al 39enne rider pesarese è stato domandato dell’incidente che ha coinvolto Jorge Lorenzo, Dani Pedrosa e Andrea Dovizioso. Lui replica in maniera chiara: «Ho visto le immagini, è un concorso di colpa tra Lorenzo e Pedrosa. Jorge lì non poteva vederlo, anche se è comunque stato ottimista nel tornare. Dani non ha considerato che Lorenzo sarebbe tornato. Quando succedono queste cose è un po’ colpa di tutti e due».

Domani test a Jerez, può essere importante per migliorare? Valentino Rossi non appare troppo ottimista, la soluzione non verrà trovata subito: «Abbiamo un po’ di cose da provare, ma secondo me non sono quelle che ci servono. Per quelle serve aspettare ancora del tempo, spero sia il meno possibile».

Matteo Bellan