MotoGP, Andrea Dovizioso-Honda: quanto c’è di vero?

Andrea Dovizioso a Jerez
Andrea Dovizioso (©Getty Images)

MotoGP | Tira e molla tra Ducati e Andrea Dovizioso per il rinnovo del contratto.

Andrea Dovizioso girerà a Jerez con la carena alata al contrario di quanto affermato alla fine del venerdì. Il confronto con i dati di Lorenzo ha convinto il leader del Mondiale che oggi avrà un bel da farsi per restare tale, perchè il tracciato andaluso è particolarmente favorevole alle Honda, più scorrevoli in ingresso curva e più prestanti in fase di accelerazione. “Io cerco sempre di non cambiare la carena nel corso del weekend, ma in certe situazioni è necessario, come è successo ad Austin ed è successo anche qui. Non me l’aspettavo, ma abbiamo analizzato tutto e sembrava chiaro che la dovessimo mettere anche noi”.

Nel box Ducati alcune novità hanno consentito a Jorge di fare un ulteriore step, la prossima settimana potrebbe essere il momento decisivo per Andrea Dovizioso, non solo per la giornata di test del lunedì, ma a Borgo Panigale hanno pianificato un altro test al Mugello dove anche il forlivese potrebbe migliorare la seduta della sua Desmosedici. Per ora si ricomincia dall’ottavo tempo in qualifica, e il podio non è un miraggio, con una moto aerodinamica con cui dover familiarizzare al meglio. “Quando scegliamo una carena piuttosto che un’altra è perché può dare più vantaggi rispetto agli svantaggi. In staccata possiamo frenare in maniera più aggressiva e riesco a rallentare un pochino meglio – ha spiegato Andrea Dovizioso -. In inserimento poi siamo migliorati perché qui ci sono tante curve in cui inserisci la moto senza frenare. Su quell’aspetto le ali ti danno sempre un vantaggio, perché hai più carico che ti aiuta nella prima parte dell’inserimento”.

Dovizioso e la questione contratto

Nel box Ducati si fa sempre più pressante anche la questione contratto. Prosegue il tira e molla tra i vertici di Borgo Panigale, Simone Battistella e il Dovi. Nei giorni scorsi Marc Marquez ha aperto all’ipotesi del forlivese in Honda, il diretto interessato ha confermato di aver avviato un dialogo, ma pare sia solo un escamotage per alzare l’asticella della discussione. “Se non riuscissimo a trovare una soluzione con questo team è ovvio che dovremmo valutare le altre, ecco perchè Andrea ha fatto quest’affermazione – ha ammesso il manager di Andrea Dovizioso a Sky Sport -. Ma abbiamo parlato la scorsa settimana con il team e lo faremo di nuovo a Jerez, ci stiamo avvicinando al finale. Mi sembra che da entrambe le parti ci sia la volontà di procedere. Di fatto abbiamo un’offerta della Ducati che stiamo negoziando, non ne abbiamo altre e non le stiamo cercando. Siamo positivi, se le cose vanno a rilento è solo perchè stiamo discutendo alcuni dettagli. Andrea ha un valore sul mercato molto alto, può interessare a molte squadre – ha concluso Battistella -, ma siamo concentrati sul rinnovo in Ducati”.