Sebastian Vettel: “Formula E marginale, ma forse dovrei provarla”

Secondo il tedesco la nuova categoria non è paragonabile alla F1

Sebastian Vettel (Getty Images)

F1 | Sebastian Vettel non crede nella Formula E

La Formula E negli ultimi anni sta prendendo sempre maggior successo. Da spettatore bisogna dire che lo spettacolo è infiocchettato davvero bene. I piloti sono molto validi, tanti arrivano proprio dalla F1, le auto sono praticamente tutte uguali, quindi ogni gara può vincere chiunque e poi ci sono i tracciati, tutti cittadini e spettacolari.

Insomma la Formula E è vicina al pubblico e come ha dimostrato l’ePrix di Roma, piace davvero tanto. Certo ci appare esagerato parlare di una Formula E pronta al sorpasso sulla F1. A meno che quest’ultima categoria non venga distrutta da una scellerata gestione è e resterà sempre il punto di riferimento del motorsport.

Vettel non crede nella Formula E

Con questo non vogliamo tranciare le gambe alla Formula E, che sicuramente può crescere e convivere con la F1 un po’ come accaduto con la Superbike e la MotoGP. Insomma l’una non esclude l’altra. Entrambe, infatti, possono continuare a divertirci.

In un’intervista a “ADAC Motorwelt”, è passato sull’argomento anche Sebastian Vettel, che ha dichiarato: “Non puoi confrontare le due categorie. La Formula 1 è molto più grande e importante. La Formula E è un fenomeno marginale, non sarà mai in grado di sostituire la Formula 1“.

Poi sulla possibilità di guidare un giorno in FE Sebastian Vettel ha continuato: “Ho più benzina nel sangue, ma non ho mai guidato una macchina del genere, forse dovrei farlo. Ovviamente non si può esprimere un giudizio senza averla provata”.

Intanto Sebastian Vettel si prepara al prossimo Gran Premio dopo gli ultimi due GP non certo fortunatissimi per lui. In particolare l’ultimo in cui ha sofferto una safety car uscita nel momento sbagliato che lo ha palesemente penalizzato.

Antonio Russo