Bimba di 13 anni stuprata e uccisa da un maniaco

Una piccola di 13 anni è stata violentata e uccisa nel nord della Francia da un maniaco che, già condannato in passato per violenze sessuali su minori, sembrava essersi ripreso e si era formato una famiglia.

Angelique, bambina di soli 13 anni, era sparita nel nulla  da casa sua a Wambrechies, nella zona di Lille.

David R., il folle  45enne, ha confessato il delitto e la violenza. E’ stato arrestato immediatamente dopo il ritrovamento del cadavere della piccola, sabato sera in una foresta.

Di Angelique,  si era persa ogni traccia  vicino alla casa dove viveva con la bellissima famiglia.

L’archivio del Dna legato ai sospetti di gravi reati sessuali, è servito ad individuare l’assassino. L’uomo era già stato condannato negli anni Novanta, quando aveva passato nove anni in carcere per violenze su minori. Una volta identificato dalle forze dell’ordine, ha subito ammesso le sue responsabilità. Ha detto che “stava male” perché la sua famiglia si era allontanata da lui per una vacanza.Prime del delitto aveva consumato una grane quantità di viagra e birre. Ha incrociato per strada la ragazza, l’ha portata a casa ed ha compiuto l’orrendo crimine.