MX, Internazionali d’Italia 2018: nel round 2 Cairoli ancora protagonista

Antonio Cairoli
Antonio Cairoli (foto Instagram)

Secondo round degli Internazionali d’Italia Motocross 2018 da poco concluso. Sulla pista sicialiana di Noto (lunga, 1,510 km) abbiamo visto correre MX2, MX1 e 125. Poi la finalissima della classe Elite con i primi 20 della MX2 e della MX1 a darsi battaglia per conquistare punti preziosi per il montepremi finale di 120.000€.

Nella classe MX2 c’è stato il trionfo di Maxim Renaux su Yamaha. Dopo una prima fase di rimonta e battaglia, il francese ha preso il largo. Adesso è in testa nella classifica generale della categoria nella competizione. Dietro di lui una pattuglia di italiani guidata da Michele Cervellin (Honda), seguito da Samuele Bernardini (TM) e Gianluca Facchetti (KTM).

Nella MX1 è Romain Febvre a vincere il secondo round degli Internazionali d’Italia. Il francese della Yamaha riesce ad avere la meglio su Antonio Cairoli, vincitore nel Round 1 in Sardegna. Il siciliano si era portato subito in testa alla partenza, con il rivale che si manteneva a circa 1 secondo o poco di margine. La svolta quando mancavano 4 minuti, con il pilota KTM ostacolato da un doppiato e Febvre che ne ha approfittato per portarsi davanti e poi vincere. Una beffa per Tony, che nel finale si è rifatto sotto senza però riuscire a concretizzare il contro-sorpasso. Terza piazza per Jeremy van Horebeek con un’altra Yamaha. Quarta posizione per Ivo Monticelli (Yamaha), seguito da Tanel Leok (Husqvarna) e Alessandro Lupino (Kawasaki). Poi c’è il terzetto Recchia-Poli-Pezzuto.

Nella manche ‘Supercampione’ c’è il riscatto di Cairoli, che vince dominando la corsa. All’inizio un po’ di battaglia con Van Horebeek e Febvre, poi il siciliano di fronte al suo pubblico prende il largo battendo nettamente il belga e il francese. Ottima quarta piazza per un altro italiano, ovvero Lupino, che precede il connazionale Monticelli. In top 10 c’è anche Cervellin, nono. Il 18 febbraio terzo e ultimo round a Mantova.