CONDIVIDI
Nico Rosberg (Getty Images)

Nico Rosberg nel 2016, dopo 10 anni di Formula 1, ha deciso di dire basta. Dopo aver conquistato il titolo mondiale, infatti, ha annunciato il ritiro dalle gare dopo 206 GP disputati, 23 vittorie, 57 podi, 30 pole e 20 giri veloci. Il tedesco dopo un’annata tiratissima, con il duello con il proprio compagno di squadra Lewis Hamilton ha deciso di smettere.

Come riportato da “La Gazzetta dello Sport” Nico Rosberg in merito alla sua pensione anticipata ha così dichiarato: “Credo di aver preso la decisione giusta, il 2017 mi è piaciuto come anno. Ho cominciato una nuova vita e ho un sacco di energie. Non ho sentimenti nostalgici, ho raggiunto ciò che volevo”.

Non è stato sempre facile

Il tedesco ha poi proseguito: “Naturalmente c’è stato un momento difficile, ho totalmente cambiato vita. Per affrontare questa nuova vita ho dovuto imparare, è stato come stare davanti ad un foglio bianco senza un piano. Ora sono un padre di famiglia, un manager e un imprenditore”.

Nico Rosberg ha poi analizzato anche la stagione 2017 di Formula 1: “Penso sia stata una bella stagione. La Ferrari ha fatto una grande battaglia. Peccato che abbiano poi fallito, ma non sono sorpreso, la Mercedes ha di nuovo alzato l’asticella. Nel 2018 mi aspetto una Ferrari molto competitiva. La Mercedes è diventata ancora più forte e so molto bene di cosa sia capace questo team”.

Insomma il tedesco ha deciso di reinventarsi dopo la proficua esperienza in Formula 1. Ricordiamo che Nico Rosberg è da quest’anno anche manager di Robert Kubica che proprio nel 2018 tornerà di nuovo in F1.

Antonio Russo