CONDIVIDI
Valentino Rossi (©Getty Images)

Un errore della squadra ha rischiato di compromettere una bella vittoria che poi è diventata storica. Ma anche stavolta Valentino Rossi ha saputo tirare fuori la grinta del campione nelle ultime due PS del Monza Rally Show. Il penalty di 10″ avrebbe affossato chiunque, ma non il Dottore, stavolta forte anche di un pizzico di buona sorte.

Durante le verifiche del mattino la sua Ford Fiesta RS WRC era “alleggerita” di circa 7 chilogrammi, un dettaglio che è stato subito ammonito dai commissari di gara. “Un errore stupido. Il team ha sbagliato. Hanno pesato la macchina con i fari ieri sera ed eravamo 2 chili sopra. Quando siamo arrivati al controllo eravamo sotto di 6,5 kg. Non ci volevo credere, ho chiesto la verifica un paio di volte, ma era effettivamente così: come Cairoli ero stupito, non me ne facevo una ragione”.

Stavolta Marco Bonanomi è stato un avversario ostico, ancor più della coppia Mikkelsen e Neuville vincitrice del Masters’ Show. Ma la vittoria del rally era già stata intascata, il trofeo pronto per tornare a casa, insieme al ricordo indelebile di un trionfo al cardiopalma. Una gran bella consolazione dopo una stagione MotoGP per nulla esaltante. “Il 2017 non è stato un grande anno per me – ha ricordato Valentino Rossi -. Ho fatto belle gare e anche una vittoria, però il nostro potenziale è più alto di quello che siamo riusciti a esprimere quest’anno – riporta Motorsport.com -. Abbiamo sofferto molto, devo dire la verità. In qualche gara è stata proprio dura. Ora è una grande sfida colmare il gap dai primi. Abbiamo qualche mese e dovremo lavorare sodo”.

Prima di andare in vacanza Valentino Rossi correrà la 100 km al Ranch insieme ai ragazzi dell’Academy e altri piloti. E nel mese di dicembre dovrebbe essere atteso anche il campione di Formula 1 Lewis Hamilton. Quando gli dicono che Uccio ha paragonato il Motomondiale senza Valentino al Mondiale senza l’Italia il campione sorride: “Bello questo paragone. Spero di continuare ancora un altro po'”.