CONDIVIDI
Jorge Lorenzo
Jorge Lorenzo (©Getty Images)

Jorge Lorenzo ha vissuto un primo anno in Ducati sicuramente non facile. Dopo nove anni di Yamaha, salire in sella alla Desmosedici è stato uno ‘shock’. Moto molto diverse tra loro e uno stile di guida da dover adattare.

Il team di Borgo Panigale ha cercato di venire incontro alle esigenze del pilota e soprattutto nel finale di campionato si sono visti progressi. Il cinque volte campione del mondo ha chiuso la stagione in crescita. Ha una migliore padronanza del mezzo e in ottica 2018 ce lo aspettiamo davanti a lottare per vincere.

MotoGP, Alex Debon affiancherà Jorge Lorenzo?

Jorge Lorenzo si è trovato bene in Ducati, ambientandosi nella maniera giusta nonostante avesse trovato un team completamente nuovo e avendo portato con sé dalla Yamaha solamente un meccanico. Vero è che conosceva già Gigi Dall’Igna dai tempi in cui correva con Aprilia nelle classi inferiori. Però in generale c’erano tante novità e ha saputo adattarsi. Il rapporto con Andrea Dovizioso è stato ottimo. Così come quello con tutti i membri del suo team, dal capo-tecnico Christian Gabarrini al suo ‘consulente speciale’ Michele Pirro.

E presto potrebbe esserci un nuovo ingresso nella crew del maiorchino. Stando alle news riportate da Motorsport.com, Lorenzo sta valutando l’ingaggio di Alex Debon. Si tratta di un ex pilota che è stato collaudatore Aprilia quando Jorge ha vinto i titoli 2005 e 2006 nella classe 250; Dall’Igna lavorava proprio per la casa di Noale allora. Debon era già presente al box nei recenti test di Valencia e Jerez. In caso di ingaggio definitivo, affiancherebbe Pirro come ‘consulente’ per aiutare Lorenzo in diverse aree della sua preparazione.

Un ulteriore aiuto all’ex rider Yamaha, desideroso di fare un 2018 da protagonista. Il settimo posto nella classifica finale dell’ultimo campionato MotoGP non lo soddisfa ovviamente. Ha voglia di lottare per vincere. Come detto da Gabarrini, sarebbe inaccettabile fare un altro anno come il 2017. L’asticella si dovrà alzare inevitabilmente. Ducati si aspetta che Jorge possa giocarsi il Mondiale.

 

Matteo Bellan