Formula 1 in mano a Sky, ma la Rai lotta contro il silenzio

Formula 1 (Getty Images)

La Rai ha bisogno di dare contenuti di qualità ai propri utenti. Proprio per questo l’idea iniziale di mollare i diritti della Formula 1 sembra essere stata accantonata da tempo. L’emittente nazionale, infatti, sotto la direzione di Mario Orfeo sembra aver deciso di invertire la rotta e provare a rinnovare il contratto triennale (2018-2020) con Liberty Media per la trasmissione di un certo numero di GP in chiaro.

Secondo quanto riportato da “Motorsport.com”, la Rai avrebbe già presentato una ghiotta offerta a Liberty Media mostrandosi disponibile a varie opzioni, dalla trasmissione totale della Formula 1 in diretta a quella della totale differita passando per la trasmissione di solo una parte del campionato.

Formula 1 in stile MotoGP

Per ora però a quanto pare non sarebbe arrivata alcuna risposta alla Rai da parte dei vertici della Formula 1, che in ogni caso stanno trattando anche con Sky per la trasmissione dei GP in pay per view. La FOM ha sempre mostrato interesse verso la tv generalista. Trasmettere i GP su un’emittente non a pagamento, infatti, sembra essere l’unica soluzione auspicabile per far aumentare i fan per uno sport che negli ultimi anni è in calo a causa dello scarso spettacolo offerto dalle vetture.

Sky intanto lavora sotto traccia e starebbe pensando di acquistare tutto il pacchetto Formula 1 trasmettendo un certo numero di GP su TV8 come già avviene per la MotoGP. I buoni rapporti tra la tv di Murdoch e la Rai però potrebbero portare ad un accordo tra le parti per lasciare invariata la situazione che noi oggi conosciamo.

La Rai proprio con Sky sta trattando anche la trasmissione in chiaro delle gare di Champions ed Europa League, quindi nella trattativa potrebbe rientrare anche un accordo tra le parti per la Formula 1 per non farsi concorrenza. Intanto sonnecchiano Mediaset e La7, che potrebbero entrare a parte in corso e dire la loro. In particolare la tv di Urbano Cairo, orfana della Superbike avrebbe il disperato bisogno di arricchire la propria offerta motoristica, ad oggi scarsa.

Per ora la Rai combatte contro un muro di silenzio, ma le opzioni sono davvero tante. L’impressione è che  si vada verso una soluzione simile a quella che abbiamo oggi. Meno probabile che la Formula 1 diventi uno sport prettamente pay per view. Possibile la soluzione stile MotoGP, con metà GP trasmessi su TV8.

Antonio Russo

 

Tags:



Altre Notizie