Test Valencia, miracolo Yamaha. Vinales: “Non sappiamo perchè”

Maverick Vinales (Getty Images)

Maverick Vinales comincia il 2018 esattamente come un anno fa, siglando il miglior crono nel primo giorno di test in sella alla Yamaha M1.  Il team di Iwata ha voluto confrontare i due telai 2016 e 2017, dopo aver guidato già domenica nel GP di Valencia con il vecchio telaio.

Nel promo giorno di prove a disposizione dei piloti Yamaha c’era anche un nuovo motore per il 2018 e una carena aerodinamica dal look futuristico in stile Ducati. “Sono stato altrettanto veloce sia con la Yamaha 2016 che la 2017”, ha affermato Maverick Viñales. Con il best lap in 1’30″189 lo spagnolo è stato quasi un secondo più veloce rispetto alle qualifiche di sabato. Come si è verificato questo significativo miglioramento resta quasi un mistero. “Era la stessa moto della gara. Mi sentivo molto meglio, giro dopo giro… Mi sono sentito di nuovo forte. Abbiamo provato alcune cose, positive e negative. Tutto ha funzionato”.

Nella giornata di mercoledì bisognerà confermare le buone sensazioni del day-1. “Non abbiamo idea del perché le cose siano andate molto meglio – ha proseguito Vinales -. Non dovremmo parlare di pneumatici, ma concentrarci sulla moto e su noi stessi. Anche il nuovo telaio, che abbiamo usato nella seconda parte della stagione e non ha funzionato qui nel weekend di gara, ha funzionato molto bene oggi. Perché non lo so. Quindi mercoledì dovremo provare un sacco di cose per confermarlo. Mi è sembrata di nuovo la mia Yamaha, come la moto dall’inizio della stagione”.

Resta il dilemma se sia migliore la moto del 2016 o del 2017… “Devo guidare ancora di più la moto 2017. Ho guidato di più quella del 2016, ma ho visto che il modello del 2017 ha un potenziale maggiore se funziona come fa oggi”. Il best lap è stato stabilito con il telaio 2016 e il motore 2018. Basterà questo dato di partenza per segnare la strada da intraprendere per il prossimo campionato?

 



Altre Notizie