Marc Marquez al limite anche nei test: “Ho rischiato di cadere”

Marc Marquez (©Getty Images)

Il miglior crono lo ha lasciato nelle mani di Maverick Vinales che al termine della prima giornata dei primi test pre 2018 a Valencia ha firmato un 1’30”189, ma ugualmente Marc Marquez si è dimostrato veloce e competitivo.

Terzo di sessione a tre decimi dal connazionale, il fresco campione del mondo ha girato un secondo più forte rispetto a domenica scorsa quando con il medesimo piazzamento si è portato a casa il titolo iridato.
“In inverno non è importa essere i più rapidi, ma individuare la giusta strada da seguire. Stiamo cercando ancora di capire dove siamo”, ha dichiarato il centauro di Cervera a Speed Week. “Questo martedì abbiamo provato alcune novità come il telaio, il motore e lo scarico e tutte in configurazioni diverse. Penso di aver già individuato alcuni pro e contro, tuttavia non posso ancora parlarne in maniera approfondita visto che resta parecchio materiale da mettere a punto. Può essere che dopo il turno di mercoledì sia in grado di fare il punto e dire a che livello è la mia moto”.

E siccome il 24enne della Honda si è creato la fama di cascatore seriale e soprattutto di rider sempre e comunque al limite, pure in sede di assaggio iniziale di nuova stagione non si poteva tirare indietro in fatto di rischi. “Quando stamane mi sono lanciato sul rettilineo ero davvero molto motivato. Poi, ad un tratto ho vissuto un brivido. Per poco non sono finito in terra e proprio non avrei voluto cominciare con una caduta. Di conseguenza ho deciso di affrontare il resto del turno con maggiore tranquillità”, il suo racconto. “Quando sei campione cambia tutto, dunque ho cercato di godermi al massimo il tempo in sella e approcciato al lavoro in modo differente. Con calma cercheremo di interpretare il nuovo pacchetto a disposizione”, ha concluso Marquez sforzandosi di fare il ragioniere.

Chiara Rainis

Tags:



Altre Notizie