Max Biaggi: “Rossi? Ha pesato la caduta a Le Mans”

Max Biaggi (©Getty Images)

Max Biaggi nella sua carriera ha conquistato 4 titoli nella classe 250 e 2 in Superbike. Il suo nome però è legato indissolubilmente a quello di Valentino Rossi. Con il Dottore, infatti, il capitolino ha dato vita ad un duello lungo ed emozionante che ha spaccato l’Italia tra chi tifava per l’uno o per l’altro.

Max Biaggi purtroppo, recentemente, è risaltato agli onori della cronaca a causa di un terribile incidente, che ne ha messo a repentaglio la vita. Fortunatamente tutto si è risolto per il meglio e il pilota romano sembra essere già ritornato in piena forma, tanto che questo weekend è stato presente a Sepang per la gara di MotoGP.

Zarco il miglior emergente

Come riportato da “La Gazzetta dello Sport”, Max Biaggi ha così dichiarato: “Anche se sembra brutto dirlo, Dovizioso è stata la sorpresa di questa stagione. Nessuno se lo aspettava di vederlo lottare per il titolo, invece lo ha fatto con merito. Credo che lo abbia aiutato avere nel team un compagno così titolato. Non l’ho mai visto così forte nei corpo a corpo. Lui è l’unico contro il quale Marquez ha perso sempre i duelli finali”.

Il pilota romano ha poi proseguito: “Marquez, invece, è come un gatto che cade dal 10° piano e casca sempre in piedi. Mi ha deluso molto Lorenzo, ma credo che anche lui lo è di sé stesso. In ogni caso ha avuto un approccio che ha sorpreso tutti, non ha trovato scuse ed è andato ad applaudire Dovizioso sotto il podio. Se l’anno prossimo Ducati gli farà una moto per il suo stile farà un grosso balzo in avanti. Devono farlo, altrimenti perché lo avrebbero preso?”.

Max Biaggi ha molto elogiato anche Zarco definendolo come la sorpresa di questa stagione e paragonando il debutto del francese in MotoGP a quello suo in 500. Il pilota romano ha anche indicato la Ducati come la moto da battere e ha criticato Yamaha per non aver sviluppato adeguatamente la moto.

Naturalmente ci sono parole anche per l’acerrimo rivale Rossi: “In ottica campionato la caduta di Le Mans ha pesato tanto sulla stagione di Valentino. In quel caso aveva fatto una gran gara e aveva recuperato sino ad arrivare in testa, lo sbaglio ci sta. Anche Dovizioso con quel lungo in Australia credo si sia giocato 4-5 posizioni”.

Antonio Russo