Marchionne: “Ecclestone miliardario grazie alla Ferrari”

Sergio Marchionne (©Getty Images)

La Formula 1 cambia pelle e si evolve con l’avanzare degli anni, ma c’è una cosa che non cambia mai ed è la Ferrari. Unica, possente e indissolubile, bagnata da un’aura di eternità. La Rossa è il sogno di tutti, anche quando non vince, perché se guidi per un’auto di Maranello sei entrato comunque nella leggenda. Proprio per questo forse Bernie Ecclestone in questi giorni ha sottolineato che il Cavallino Rampante deve essere aiutato.

In merito a ciò, come riportato da “La Repubblica”, il presidente della Ferrari, Sergio Marchionne, direttamente dalle Finali Mondiali Ferrari ha così dichiarato: “Bernie deve ringraziare la Ferrari per avergli dato la possibilità di gestire la Formula 1. Grazie a noi è diventato miliardario. Lui ha fatto tanto per questo sport, ma anche la Ferrari“.

Ferrari-Formula 1, binomio non indissolubile

Il presidente della Rossa ha provato a tracciare anche una linea da seguire per il futuro della Formula 1: “Settimana scorsa sono stato ad Austin soprattutto per incontrare Liberty Media. Anche noi come loro vogliamo ridurre i costi della Formula 1, che stanno superando certi limiti. Non dipende da questioni tecniche, ma da come viene gestito il circus. L’importante però è non snaturare la Formula 1 per motivi commerciali”.

Marchionne ha poi proseguito: “La Formula 1 fa parte della storia della Ferrari, ho tutta l’intenzione di proteggere il suo coinvolgimento, ma se la trasformeranno in una cavolata, in uno shopping mall, allora non mi interessa minimamente”. Insomma il presidente del Cavallino non si preclude alcuno scenario.

In conclusione arrivano anche parole su Vettel: “Sebastian è un pilota fenomenale, ma se non sapessi che è tedesco, penserei che è un ragazzo del sud. Lui è molto emotivo, ma credo che abbia imparato a contenere le sue emozioni”.

Antonio Russo