Vinales: “Non ripetiamo il 2017. Con l’asciutto ero veloce”

Maverick Vinales (©Getty Images)

Maverick Vinales aveva cominciato la stagione con tutti i favori del pronostico. In molti lo designavano, infatti, sicuro campione del mondo nel 2017. La moto andava bene e il pilota era forte, sembrava tutto perfetto sulla carta finché non è arrivata la controprova della pista. Gara dopo gara, infatti, la Yamaha è calata maledettamente.

Maverick Vinales così si ritrova a fare da spettatore al duello mondiale tra Dovizioso e Marquez. Dopo la buona gara in Australia per lui è arrivato un nuovo tonfo nel Gran Premio di Sepang. Lo spagnolo, infatti, dopo aver battagliato per molto tempo nelle retrovie ha chiuso con un mediocre 9° posto.

Vinales voleva spingere, ma non poteva

Come riportato da “Speedweek” a fine gara Maverick Vinales ha così dichiarato: “In gara è stato diverso, nelle prove avevo un buon feeling con la moto. Ho cominciato bene e ho voluto spingere subito, ma appena ci ho provato ho sentito la moto scivolare. Ho sofferto per l’intera corsa. La nostra moto lavora meglio sul bagnato, ma oggi le condizioni erano peggiori rispetto al venerdì”.

Lo spagnolo ha poi continuato: “Ho messo la dura al posteriore perché l’avevo messa sul bagnato il venerdì ed avevo il 4° miglior ritmo. La stagione comunque è quasi finita, ora dobbiamo rilassarci e cercare di non ripetere gli stessi errori del 2017. Nel warm-up avevo buone sensazioni, sentivo la moto come ad inizio stagione. Con l’asciutto avrei fatto una gran gara”.

Maverick Vinales ha poi concluso: “Stava piovendo, volevo spingere, ma scivolavo di continuo. Ora dobbiamo solo analizzare cosa è andato storto nel 2017. In ogni caso non dobbiamo dimenticarci che ad inizio stagione eravamo molto forti e abbiamo fatto gare incredibili”.

Antonio Russo