Sepang, Marc Marquez: “Attenzione a Rossi e Dovizioso”

Marc Marquez a Sepang (©Getty Images)

Il sabato della Malesia non offre buone sensazioni a Marc Marquez che rimedia una caduta durante le qualifiche. Settimo posto in griglia di partenza, ma dalla sua parte c’è il vento della matematica: se Andrea Dovizioso vince a Sepang il leader dovrà piazzarsi secondo per chiudere il Mondiale.

El Cabroncito può giocare in difesa, ma il suo stile di guida è l’attacco. Sarà una gara da vivere al momento, in base alle condizioni meteo e al ritmo del Dovi. “È stata una giornata difficile oggi”, ha ammesso il campione Honda. “La mattina abbiamo commesso un errore con la messa a punto e il nostro piano per le FP3. Abbiamo perso un po’ il senso, ma nel pomeriggio siamo tornati veloci nelle FP4. Abbiamo trovato un set-up migliore, nel FP4 mi sono sentito veramente bene”.

A destabilizzare i piani del fenomeno di Cervera è stata la caduta all’inizio della Q2, tradito da una gomma anteriore hard non ancora a temperatura. Con la RC213V sostitutiva non è riuscito a mettere a segno il giro perfetto, ma la sfida è solo rimandata alla gara di domani. “La caduta è stata il risultato di diverse cose, a partire dalla direzione sbagliata intrapresa al mattino. Poi abbiamo rimediato a metà strada, ma è anche un peccato che ho commesso un errore nell’ultima curva”.

Domani saranno due i principali avversari per il podio: “Penso che Rossi e Dovizioso siano quelli che hanno il ritmo più veloce al momento e forse possono fuggire in gara. Anche Lorenzo ha un buon passo”. Ma a suo favore c’è un punto da non sottovalutare: Dani Pedrosa parte in pole e servirà da freno per l’italiano della Ducati.  “Per ora mi concentro su di me, se vedo che non riuscirò a vincere incoraggerò Pedrosa. Dani soffre a seconda  dei circuiti e qui devo imparare come sta guidando”.