Sepang, Dovizioso in stato di grazia: “Vogliamo 25 punti”

Andrea Dovizioso a Sepang (©Getty Images)

Andrea Dovizioso si prende la prima fila al GP di Sepang ed è pronto a giocarsi ogni possibilità di tenere aperta la corsa al Mondiale. La Ducati sembra in stato di grazia in Malesia, la Desmosedici funziona a comando, ma sarà fondamentale attendere le condizioni meteo per adottare la miglior strategia gomme.

Ad un passo dalla pole, Andrea Dovizioso è soddisfatto della prima fila conquistata al termine della Q2. Non sarà una partenza facile dovendosela vedere con la Honda di Dani Pedrosa, che potrebbe frenare un’eventuale fuga, e con Johann Zarco, pilota dallo stile di guida aggressivo. Ma stavolta la GP17 è in splendida forma: “Riuscivo a fare quello che volevo quando volevo – ha ammesso il forlivese a Sky Sport -. Quando volevo fare il tempo mi veniva, sul bagnato e sull’asciutto. Quando puoi fare queste cose in un week-end lavori molto più serenamente, la fiducia aumenta e vuol dire che la moto risponde bene. Siamo contenti perchè sapevamo di essere veloci sull’acqua, ma siamo sorpresi di vedere che siamo ancora più forti. Ma soprattutto sull’asciutto, qui non eravamo mai andati così forti sull’asciutto”.

Ogni assetto provato rispondeva perfettamente, le gomme morbide del mattino sono state riutilizzate con successo al pomeriggio, la guida è fluida. Elementi che fanno dormire sonni tranquilli quando si sa di dover fare i conti con le alte temperature d’asfalto e il poco grip di Sepang. “La strategia gomme dipende dalle condizioni che troveremo, noi ci concentriamo per portare a casa i 25 punti – ha chiarito Andrea Dovizioso -. Sarà molto complicato perchè molti piloti hanno un gran bel passo e Marc in gara mette sempre qualcosa in più. In gara cambiano le cose, solo in gara scopri tutti i dettagli”.

Michelin ha messo a disposizione le tre mescole soft medium e hard. La scelta dipenderà dal meteo di domani. “Secondo me si può correre con tutte e tre le mescole, ma in Malesia è difficile spingere al 100% per 20 giri per le gomme, ma specialmente per il caldo. Se sarà una giornata come oggi sarà difficile spingere al massimo – ha sottolineato il Dovi -. In caso di asciutto ci sarà tanta strategia, ma l’importante è andare forti”.