Andrea Iannone: “Potevo essere in seconda fila, problemi di grip”

Andrea Iannone
Andrea Iannone (©Getty Images)

Andrea Iannone è riuscito ancora una volta ad accedere direttamente alla Q2 e a piazzarsi nella top 10 nelle Qualifiche MotoGP. Il pilota della Suzuki partirà nono, dunque in terza fila, con Marc Marquez e Alex Rins al suo fianco.

Sicuramente l’abruzzese sperava di poter essere più avanti, però domani può comunque essere protagonista di una buona gara. La GSX-RR è una moto in crescita e nelle ultime gare lo sta dimostrando ampiamente. Dopo il test di Aragon è arrivata una svolta importante. Il team Ecstar vuole chiudere bene il campionato per poi pensare al 2018 con ambizioni di rilievo.

MotoGP Malesia, Andrea Iannone dopo le Qualifiche di Sepang

Queste le parole di Andrea Iannone ai microfoni di Sky Sport dopo al termine delle Qualifiche MotoGP a Sepang: “Non siamo al 100%, ho un po’ di problemi. Non riesco a guidare come vorrei, soffro tanto il grip. Abbiamo fatto dei passi in avanti questa mattina, fino alla FP4 tutto abbastanza bene ma poi abbiamo avuto un inconveniente, un problema che ci siamo portati dietro pure in qualifica, dove non avevamo più una gomma anteriore nuova da poter utilizzare per fare il giro veloce. Abbiamo dovuto usare due gomme nuove dietro con quella usata davanti. Questo aspetto ci ha fatto perdere qualche decimo. Inoltre non sono riuscito a utilizzare la moto con cui mi trovavo meglio”.

Il rider Suzuki ha proseguito la sua analisi confermando che avrebbe potuto partire più avanti e che per la corsa ci sono difficoltà nello scegliere lo pneumatico: “Gli inconvenienti possono succedere, abbiamo fatto il meglio che potevamo fare. Avevamo qualche decimo meglio, almeno 3 decimini e potevo essere in seconda fila. Vedremo domani. Gomme per la gara? Non è facile sceglierle. Abbiamo tanti dubbi, con nessuna gomma abbiamo buon grip. Domani capiremo in griglia cosa succede”.

 

Matteo Bellan