50esima pole di Vettel: “Niente è cambiato, qui voglio vincere”

Max Verstappen, Sebastian Vettel e Lewis Hamilton (©Getty Images)

Sebastian Vettel salva l’onore della Ferrari e conquista la pole position al Gran Premio del Messico. Il tedesco dimostra che battere le Mercedes non è impossibile, anche sul giro secco, ma a Lewis Hamilton basterà chiudere tra i primi cinque per aggiudicarsi il titolo di campione del mondo.

Al termine delle qualifiche Seb si mette alle spalle Hamilton e Verstappen. “Nella notte siamo migliorati, abbiamo lavorato su tante cose e ha funzionato”, ha detto il quattro volte iridato. “Non possiamo avere altro scopo che vincere la gara. Siamo venuti qui per questo. Tutto il resto non è nelle nostre mani”. 50esima pole position per lui, la quarta in questa stagione (dopo Russia, Ungheria e Singapore), la prima in Messico. “Sono molto felice.La pista era molto scivolosa, non era facile ottenere un giro pulito. Ho avuto un momento di sbandamento in curva 6, ma fortunatamente tutto è andato senza intoppi. Sono molto felice per la Ferrari, tutta la squadra ha guadagnato questo pole… 50 è un gran numero, non so davvero cosa dire”.

Pensare al Mondiale è pura utopia, l’obiettivo è semplicemente vincere in Messico per ridare fiducia alla squadra dopo gli ultimi deludenti tre GP. “Domani faremo la nostra corsa. Non importa dove sia Lewis. Se Hamilton arriva all’obiettivo dipende in primo luogo da se stesso. Niente è cambiato per me, voglio vincere qui”. La pole messicana guadagna anche i complimenti di Lewis: “Faccio i complimenti a Seb per la pole – ha detto il pilota Mercedes -. La macchina su alcune piste mostra del divario rispetto alle altre, nel giro veloce ero due decimi davanti, poi però ho perso nel finale e loro hanno fatto un lavoro migliore”.