Moto2: team manager trovato morto in albergo

Stefan Kiefer

Venerdì mattina Stefan Kiefer, direttore dell’omonimo team Kiefer Racing, è stato ritrovato senza vita nella sua camera d’albergo a Sepang. Le cause del decesso sono ancora da accertare e la sua scuderia non parteciperà all’evento in programma all’International Circuit. Stefan Kiefer condivideva la sua stanza, come sempre nelle trasferte del Motomondiale, con suo fratello Jochen, membro di squadra e direttore tecnico. Secondo le prime ricostruzioni si è addormentato nella notte es è stato trovato senza vita da suo fratello al mattino. La causa della morte deve essere chiarita. Lascia una compagna e un figlio

Kiefer ha iniziato la sua carriera come pilota nel 1989, facendo i suoi primi passi come team manager nel 1996 con la scuderia Kiefer Racing nella ADAC Junior Cup. Il 2003 ha segnato l’esordio della squadra tedesca sulla scena mondiale. Nel 2008 arrivano i primi grandi successi nella classe 125cc con Stefan Bradl che conquista due vittorie e quattro podi.

Nel 2010, sempre con Bradl, il primo successo in Moto2 ad Estoril e la stagione seguente la vittoria iridata. Successo in campionato che Kiefer raccolse anche con i colori del team Leopard Racing nel 2015 quando Danny Kent fece sua l’iride in Moto3. Presenza fondamentale in Moto2 e in Moto3, il team che porta il suo nome oggi è nella classe di mezzo con Dominique Aegerter e Tarran Mackenzie. Parallelamente al Motomondiale Kiefer Racing riveste un ruolo chiave in ADAC Northern Europe Cup, campionato vinto nel 2016 e nel 2017 con Dirk Geiger nella categoria Moto3.