Andrea Dovizioso: “Campionato ancora aperto, darò il massimo”

Andrea Dovizioso
Andrea Dovizioso (©Getty Images)

La matematica non l’ha ancora condannato, ma per Andrea Dovizioso è difficilissimo recuperare 33 punti su Marc Marquez nelle ultime due gare del campionato MotoGP 2017.

Pesa tantissimo il disastro Ducati nel Gran Premio d’Australia a Phillip Island, con ‘Dovi’ che è giunto solamente tredicesimo al traguardo. Un vero peccato vanificare la grande vittoria di Motegi con gli 11 punti che lo distanziavano poi dal rivale. Adesso la forbice è decisamente maggiore e difficile da colmare. Servirà un’impresa epica per coronare il sogno di diventare campione. E ovviamente anche tanta fortuna.

MotoGP Sepang, Andrea Dovizioso in conferenza stampa

Andrea Dovizioso oggi è intervenuto in conferenza stampa da Sepang, dove nel weekend si correrà il Gran Premio della Malesia. Queste le sue parole “Dopo un risultato così negativo mi sono preso dei giorni di relax, mi aiuta a essere pronto per questo fine settimana. E’ un weekend importante, dobbiamo ottenere il massimo. Sappiamo che sarà difficile, ma il campionato è comunque ancora aperto. Farò tutto il possibile. Vedremo poi come andrà il tempo. Sappiamo che le condizioni meteo possono cambiare e dobbiamo essere pronti a tutto”.

Al pilota forlivese viene ricordato il successo di Sepang del 2016, il primo in Ducati: “Bellissima vittoria dopo una bellissima battaglia con Iannone e Rossi. Un bel ricordo. E’ un tracciato in cui mi diverto molto. In passato sull’asciutto non siamo stati troppo competitivi, però penso che quest’anno possa andare meglio. Dobbiamo pensare al campionato e ottenere il risultato migliore possibile. Vedremo Marquez e gli altri cosa faranno”.

Nonostante i 33 punti di distacco da Marc Marquez, l’approccio di Andrea Dovizioso non cambia per questo fine settimana: “L’obiettivo è sempre quello di vincere la gara in ogni weekend, questo non cambia. Sappiamo che è importante lavorare bene nelle prove. Vedremo come sarà il meteo. Cercheremo di essere pronti”.

Il rider Ducati è tornato sulla battaglia vista in Australia e non solo: “La lotta vista a Phillip Island credo sia qualcosa di speciale di quella pista, per le sue caratteristiche. La velocità soprattutto. Quest’anno c’è stata battaglia e credo che continuerà. Come ha detto Valentino, i piloti giovani sono aggressivi perché vogliono ottenere risultati ma per ora è tutto sotto controllo”.

 

Matteo Bellan