Wolff: “Hamilton diventerà il più grande pilota della storia”

Lewis Hamilton (©Getty Images)

Mentre si avvicina il momento della sua quarta consacrazione Hamilton incassa gli elogi di boss Mercedes Toto Wolff, che giusto per provocare l’orticaria ai fan dei vari Schumacher, Senna, Prost e Fangio, ha ipotizzato per l’inglese un futuro da riferimento assoluto per il Circus.

“Lewis è sulla buona strada per polverizzare tutti i record che sono stati realizzati fino ad oggi in F1. E’ quindi una questione di tempo prima che l’opinione pubblica lo inizi a considerare il più grande di sempre”, l’opinione dell’austriaco ripresa dalla Press Association. “I più forti di solito sono degli individualisti dalla personalità ben definita e non esitano a dimostrarlo. Nella società moderna si è sotto i riflettori quando non si convince all’unanimità e lui è uno di quelli.  Di solito questo genere di personaggi vengono riconosciuti a fine carriera. Ma io che ho potuto lavorare con lui dentro e fuori a pista dal 2013, posso confermare che è il migliore”.

Parlando invece di ciò che attenderà il team in Messico nel fine settimana, il manager ha detto: “La vittoria tra i costruttori ottenuta ad Austin è solo parte del nostro obiettivo. Noi ambiamo a diventare l’unica scuderia ad essersi imposta prima e dopo un grosso cambiamento regolamentare. Adesso, dunque, dobbiamo chiudere il cerchio con Ham, pur restando consapevoli che nello sport le cose possono ribaltarsi velocemente. Dovremo tenere alta l’attenzione in tutti gli appuntamenti che restano”. E sulla possibilità del driver di Stevenage di affondare il colpo già questa domenica, Wolff ha considerato: “Sarà difficile perché L’Hermanos Rodriguez è un tracciato anomalo in cui le monoposto girano con il massimo downforce per via dell’altitudine.  Finora tutti i tracciati con queste specifiche ci hanno creato problemi, dunque mi aspetto di vivere una lotta serrata con Ferrari e Red Bull, anche se mi auguro si riesca a fare un buon lavoro”.

Chiara Rainis