Beltramo: “Simoncelli? Mi manca molto, gli spagnoli gli fecero la guerra”

Marco Simoncelli (©Getty Images)

Marco Simoncelli ha lasciato in tutti noi amanti delle due ruote un ricordo indelebile. Proprio in questi giorni è ricorso il 6° anniversario della sua morte. Un giorno tragico per tutto il Motomondiale, il giorno in cui il motociclismo ha perso un grande pilota e il paddock un ragazzo eccezionale.

Come riportato da “Sky Sport”, Paolo Beltramo ha ricordato così Marco Simoncelli: “Soffro sempre a vederlo perché mi manca moltissimo. Sembra ieri, invece, sono già passati 6 anni. Adesso andiamo in Malesia, il posto è quello lì e anche il periodo. Inoltre il tracciato si chiama Sepang International Circuit, cioè SIC, quindi lui la prima volta che c’è andato era gasatissimo. Poi lì ha vinto il mondiale in 250, ha fatto il miglior tempo in MotoGP e forse anche per quello quell’anno lui partì con una gomma più dura”.

Simoncelli, pilota coraggioso e uomo vero

Il giornalista ha poi proseguito: “Dopo il 2° posto australiano lui si sentiva pronto per vincere e probabilmente lo ora. Peccato, il destino ha voluto di no però ci ha lasciato un grande ricordo di un pilota straordinario e l’altro giorno secondo me hanno fatto davvero un grande omaggio a Marco Simoncelli con le sportellate che si sono date in gara”.

Beltramo ha poi così concluso: “Coraggioso, cattivo in pista, ma veramente una persona meravigliosa nella vita. A me manca molto questo aspetto qua. Lui era uno che le dava, ma le prendeva anche sorridendo. Ai tempi hanno fatto la guerra a Marco. Gli spagnoli gli fecero una campagna stampa contro che lui ha sofferto molto, secondo me ingiustamente”.

Antonio Russo