Ora tutti tifano Michelin, che fine hanno fatto le critiche?

Michelin (©Getty Images)

In MotoGP ora tutti tifano Michelin. La casa francese che produce pneumatici ha da poco rinnovato con la Dorna per la fornitura di gomme nella classe maggiore del Motomondiale sino al 2023. Eppure questa non è stata di certo una stagione facile, dopo un 2016 di apprendistato dove sono stati commessi alcuni errori più o meno gravi, infatti, tutti si aspettavano molto da Michelin in questa annata.

Si è cominciato nelle prime gare con la polemica portata avanti da Rossi, Iannone e altri piloti che volevano una carcassa più dura per poter essere più aggressivi in ingresso curva. La Michelin dopo un po’ di tira e molla li ha accontentati portando una nuova gomma simile a quella 2016. Poi è partita una vera e propria guerra tra Yamaha e il marchio francese.

Lamentele spente

Prima è stata la volta di Maverick Vinales, che si è lamentato delle gomme, poi recentemente anche Valentino Rossi ha addossato a Michelin la responsabilità del declino Yamaha. Il marchio francese è stato per anni in MotoGP, ma dal 2009 ha abbandonato la classe regina del Motomondiale lasciando a Bridgestone il compito di essere il mono-marca di pneumatici.

L’azienda giapponese ha fornito la MotoGP sino al 2015 tra alti e bassi finché non si è interrotto il rapporto con Dorna, che ha deciso di affidare la progettazione delle gomme a Michelin. Come riportato da “Motorsport-total.com”, Carmelo Ezpeleta ha così parlato dei francesi: “Il comportamento di un altro produttore (Bridgestone) è completamente diverso rispetto a quello avuto da Michelin. Non abbiamo mai avuto dubbi sul rinnovo”.

In poche parole nonostante alcuni problemi simili a quelli Bridgestone da parte di Michelin, la Dorna ha apprezzato il modo di lavorare dei francesi, che si sono sempre messi a disposizione per migliorare. Inoltre le nuove gomme hanno portato un’incertezza in MotoGP che ha reso il campionato più combattuto e quindi più spettacolare.

La prospettiva di dover per forza di cose lavorare per i prossimi anni ancora con Michelin ha fatto mitigare gli animi anche tra i piloti. Valentino Rossi e Marc Marquez, infatti, hanno dichiarato di essere contenti di poter ancora lavorare con il marchio francese. Insomma critiche sparite.

Antonio Russo