Kvyat ancora fuori, la Toro Rosso sceglie Gasly e Hartley per il Messico

Brendon Hartley (©Getty Images)

Non è bastato il 10° posto ottenuto in Texas per vedersi confermato il sedile. Daniil Kvyat, ha ricevuto un nuovo ben servito dalla Toro Rosso in vista del GP del Messico.  La scuderia di Faenza ha annunciato infatti che nel prossimo round al volante della STR12 ci saranno Brendon Hartley e Pierre Gasly.

Il francese era stato costretto a dare forfait nell’appuntamento di Austin per partecipare all’ultima gara della stagione di Super Formula, prevista in contemporanea a Suzuka, dove avrebbe potuto vincere il titolo. Impresa, però, non riuscita a causa della cancellazione dell’evento per l’arrivo di un tifone. Per quanto riguarda il neozelandese, reclutato proprio per sostituire il campione di GP2, il suo approccio tranquillo, la costanza delle prestazioni e le poche sbavature, gli sono bastati per convincere il talent scout Red Bull Helmut Marko a dargli l’ok almeno per un’altra corsa.

“Sinceramente non mi sono posto molte questioni sulla possibilità di continuare”, aveva detto domenica sera il driver Porsche LMP1, giunto 13°al traguardo. “E lo stesso era stato quando mi avevano chiesto di provare al simulatore. Ho cercato di restare rilassato e nel complesso sono contento di com’è andata.La partenza non è stata delle migliori. Ho sbagliato. Ne avevo fatta solo qualcuna durante le libere, ma quella vera è un’altra cosa”, l’analisi di Hartley. “Il primo giro, invece, è stato buono anche se ho lottato un po’ con Stoffel Vandoorne. Poi dopo il cambio gomme Lance Stroll mi ha superato e sono rimasto bloccato alle sue spalle.  Peccato perché il passo era buono. Questa esperienza mi ha consentito di imparare molto. Un esempio è l’uso del bottone di sorpasso. Quando ero dietro alla Williams avrei dovuto azionarlo ed invece essendo convinto che fosse troppo lontana non l’ho fatto. Ma pure la gestione gomme. Forse sono stato troppo conservativo”.

Chiara Rainis