Valentino Rossi: “Iannone è entrato come un pazzo”

Valentino Rossi (©Getty Images)

Il Gran Premio d’Australia è stato vinto da Marc Marquez, ma gli occhi di tutti anche quest’oggi erano per lui, Valentino Rossi, il Dottore ha messo insieme una gara di sostanza, fatta di tanti sorpassi, che lo hanno portato a chiudere la gara al 2° posto proprio alle spalle dello spagnolo, raccogliendo l’ennesimo podio di una carriera sempre più stellare.

Come riportato da “Motorsport.com”, Valentino Rossi alla fine del Gran Premio ha così commentato la propria prestazione: “Sono contento, abbiamo lavorato bene e questa mattina sapevo cosa volevo dalla moto quando mi sono svegliato. Peccato il che il warm-up lo abbiamo fatto sul bagnato, nonostante ciò abbiamo fatto alcune modifiche che si sono rivelate azzeccate”.

Honda sempre presente

Il Dottore ha poi continuato: “Finalmente ho fatto una gara dove ho potuto spingere sino alla fine divertendomi e attaccando e potendo fare tanti sorpassi. Questa è la cosa più bella di tutte. Avevo il potenziale per stare con Marquez sino alla fine, ma realisticamente so anche che lui ne aveva di più. Quando stavo messo bene mi è entrato Iannone come un pazzo e ho dovuto ricominciare da capo. In ogni caso è stata una gara tirata sino alla fine”.

Valentino Rossi si è molto lamentato del modo di guidare di alcuni nuovi arrivati in MotoGP: “Ci sono delle regole da seguire e la prima potrebbe essere quella di non andare addosso agli altri, ma magari mi sbaglio. Forse sono un po’ vintage e bisogna adattarsi. Oggi non posso parlare perché anche io sono stato aggressivo. Prima però era così solo nei 3 giri finali, ora lo è per 25”.

Infine, il 46 ha così concluso: “Credo che Marquez sia davanti perché la Honda non manca mai. La Ducati, invece, a Motegi era fortissima e qui è sparita e viceversa noi. Il gioco delle sportellate è sempre lo stesso, magari ne dai una a Iannone e Zarco e poi ne prendi due da Marquez, ma fa parte del gioco, altrimenti meglio restare a casa”.

Antonio Russo