Sebastian Vettel: “Nelle qualifiche Ferrari sempre dietro”

Sebastian Vettel e Lewis Hamilton (©Getty Images)

Il GP degli Stati Uniti d’America comincerà all’insegna dell’ennesima sfida tra Sebastian Vettel e Lewis Hamilton. Per la settima volta in questa stagione il pilota Ferrari e quello Mercedes si ritrovano in prima fila, quasi sempre con l’inglese davanti, tranne che nel primo round di Melbourne.

Nelle qualifiche di Austin il leader del Mondiale ha segnato il miglior tempo in 1’33”108 (record della pista) precedendo Sebastian Vettel in 1’33”347. Il driver tedesco non ha alternative alla vittoria se vuole mantenere vive le speranze di vincere un Mondiale ormai tutto in salita.

L’imperativo è mettere il fiato sul collo a Lewis Hamilton. “Sono stato contento per quel giro alla fine, ma ci è mancato un po’ il ritmo nella transizione dal primo al secondo settore. E’ stato piuttosto complicato, ma alla fine l’ho azzeccato, proprio nell’ultimo giro che è quello che contava. E’ importante perchè abbiamo conquistato la prima fila – ha dichiarato Sebastian Vettel -. In qualifica per tutto l’anno siamo stati sempre un po’ dietro, ma tanto di cappello che ha fatto due grandi giri e domani vedremo come andrà”.

Difficile alimentare il sogno iridato quando ormai il gap in classifica è di 59 punti. “Dovremmo vincere non solo qui, ma anche tutte le altre. Però prendiamo un giorno alla volta, ieri abbiamo faticato un po’, mentre oggi è andata molto meglio e abbiamo guadagnato velocità. E’ una gran  pista, un gran pubblico, quindi domani sarà una bella gara”. Nonostante le difficoltà riscontrare al termine del venerdì, con la sostituzione del telaio, Seb si è dimostrato ancora una volta all’altezza della situazione. “Se la nostra macchina si comporta come oggi saremo molto vicini”. E lo show è assicurato!

Luigi Ciamburro