Andrea Iannone: “Sono fuori da un incubo”

Andrea Iannone (©Getty Images)

Andrea Iannone ha portato a casa un buon 6° posto, ma nei suoi occhi c’è la soddisfazione di chi si sente rinato, perché la Suzuki va forte, va forte per davvero. Il pilota di Vasto è arrivato a pochi secondi dal vincitore Marc Marquez e soprattutto è stato per tutta la durata della gara nel lotto dei migliori.

Il Gran Premio d’Australia ha dato prova ancora una volta che questa Suzuki è cresciuta per davvero. Il passo più importante fatto dalla moto giapponese sembra essere la nuova carena in stile Ducati che ha dato maggiore stabilità all’anteriore di cui Andrea Iannone tanto si è lamentato durante l’arco della stagione.

C’è ancora da migliorare

Come riportato da “Sky Sport”, Andrea Iannone a fine gara ha così dichiarato: “Mi sento fuori da un incubo, è stata una gara davvero importante in cui ho cercato di dare come sempre il massimo lottando come al solito in bagarre con gli altri. La cosa più importante comunque è che sono tornato a lottare per le posizioni che contano ed è un sollievo per me”.

Il pilota di Vasto ha poi proseguito: “Anche se abbiamo mancato il podio per me questa prestazione è davvero importante perché si vedono i progressi. Questa pista è adatta a noi, ma ci manca ancora qualcosa in fase di accelerazione e abbiamo avuto un calo delle gomme superiore ai nostri avversari”.

Insomma Andrea Iannone sembra soddisfatto della propria prestazione anche se è convinto di poter migliorare ancora. Una cosa è certa però, il pilota della Suzuki, complice una moto molto cresciuta sembra poter lottare di nuovo con i big.

Antonio Russo