Andrea Dovizioso: “Honda non superiore, ma guidata da un fuoriclasse”

Andrea Dovizioso (©Getty Images)

Brutto schiaffo per Andrea Dovizioso al Gran Premio d’Australia. Il pilota della Ducati, infatti, si è dovuto svegliare bruscamente dal sogno mondiale a causa del 13° posto rimediato questa mattina. La sua prestazione incolore, unita alla splendida vittoria di Marc Marquez condannano l’italiano ad una rimonta che ad oggi sembra praticamente impossibile.

Come riportato da “Motorsport.com”, Andrea Dovizioso ha così commentato a fine gara: “Noi vogliamo continuare a credere nel titolo. Non saprei dare una percentuale, ma è bassa sicuramente. Marc o fa zero punti o va a podio, non conosce mezze misure. Credo sia davvero dura recuperargli punti, è difficile però non impossibile”.

Dovizioso e la sua lucida analisi

Il pilota della Ducati ha poi continuato: “Purtroppo questa è la realtà e non la possiamo cambiare. Sinora siamo stati molto bravi a sfruttare ogni occasione, oggi ci siamo trovati in un contesto che ha messo in luce i nostri limiti. Si poteva fare meglio, ma non granché. Se non avessi fatto quell’errore probabilmente avrei lottato con le due KTM“.

Andrea Dovizioso ha poi parlato delle gomme: “Non avevamo molti dati, secondo me la morbida era oltre il limite. L’anno scorso con una gomma molto simile a questa l’avevo finita negli ultimi giri. Per questo abbiamo optato per un pneumatico che pensavamo mi avrebbe permesso di gestire meglio i primi giri. In ogni caso sarebbe cambiato poco, il distacco che abbiamo preso è pesante”.

Il driver italiano ha di nuovo confermato i tanti problemi che questa Ducati ha nel curvare e si è rammaricato per essere arrivato in Australia proprio in questo momento della stagione. Poi Andrea Dovizioso ha concluso parlando di Marquez: “Marc quando gli altri Honda vanno male lui va lo stesso forte. La Honda è migliorata, forse è la più bilanciata, ma non è così superiore, solo che è guidata da un fuoriclasse che maschera anche i limiti della moto”.

Antonio Russo