Rivoluzione in TV per la Formula 1, la Rai perde pezzi?

Formula 1 (©Getty Images)

Un paio di mesi fa Liberty Media aveva annunciato che non avrebbe favorito l’acquisizione dei diritti TV della Formula 1 da parte delle pay tv. L’idea è molto semplice, Liberty vuole rendere la F1 uno sport popolare, che trascini le masse, un po’ come i mondiali di calcio. Per fare ciò però bisogna dare maggiore visibilità a questo sport.

In Italia i diritti TV in chiaro della Formula 1 sono detenuti dalla Rai. Proprio l’emittente nazionale, negli ultimi mesi aveva dato la netta impressione di voler mollare la presa su Vettel e compagni. Come riportato da “Motorsport.com” però a quanto pare, nell’ultimo periodo tale pista si starebbe raffreddando.

Formula 1 in chiaro, ma spezzata a metà

La nuova linea editoriale dell’emittente, sotto la gestione di Mario Orfeo, sarebbe quella, infatti, di conservare i diritti TV della Formula 1, riducendo però l’impegno in tale sport. Attualmente la Rai trasmette 9 Gran Premi, ma dall’anno prossimo potrebbe decidere di ridurre il numero di GP a 6, così da assottigliare anche le uscite.

L’anno prossimo gli appuntamenti del mondiale saliranno addirittura a 21, quindi sarà davvero una brutta perdita per gli appassionati, che saranno costretti a visionare la maggior parte delle gare sulla pay tv. In questo caso però Sky potrebbe decidere di trasmettere i restanti 3 GP lasciati liberi dalla Rai, su TV8, proprio come accade per la MotoGP.

Per ora non vi sono ancora cose certe. Libery Media in ogni caso starebbe spingendo anche per aumentare il numero di Gran Premi da mandare in chiaro. La situazione per ora è in divenire, ma una cosa è certa, nei prossimi ci sarà una vera e propria rivoluzione televisivamente parlando per la Formula 1.

Antonio Russo