Audi A7 Sportback, un vettura che guarda al futuro (GALLERY)

Audi A7 Sportback

La nuova Audi A7 Sportback segna per il marchio tedesco un punto di rottura con il passato a livello di design. La nuova coupé dei 4 cerchi vanta la seguenti dimensioni: passo da 2926 mm, lunghezza 4969 mm, larghezza 1908 mm e altezza di 1422 mm. Misure, insomma, che rendono l’idea di una vettura decisamente agile.

Gli esterni dell’Audi A7 Sportback sono caratterizzati da una linea tagliante e cattiva. I fari anteriori sono posti poco sopra la griglia e si curvano verso il basso. Le pance, invece, sono abbellite da vistose minigonne. Il retrotreno, invece, è caratterizzato da un piccolo spoiler che sormonta il gruppo ottico a sviluppo orizzontale che taglia in due il cofano posteriore.

Interni da urlo

Stupendi anche gli interni dell’Audi A7 Sportback che gioca sul contrasto bianco-nero. Molto largo il cruscotto, che fa spazio al centro ad un ampio computer di bordo touch.  Al di sotto di questo display c’è un altro ampio schermo che permette di gestire altre parti della vettura.

Audi A7 Sportback è naturalmente dotata di tutti gli accessori di ultima generazione per quanto concerne la sicurezza. La vettura, inoltre, è in grado di comunicare con altre Audi e comunicare al pilota lo stato del traffico. Inoltre sarà possibile dotare l’auto di speciali fari LED Matrix, sedili massaggianti e un sistema di profumazione dell’aria.

L’Audi A7 Sportback dovrebbe essere lanciata sul mercato con un motore da 3.0 litri benzina V6 come quello montato dalla nuova A8. Tale propulsore dovrebbe essere in grado di sprigionare una potenza di 340 CV. Grazie ad una batteria da 48 volt, inoltre la vettura sarà in grado di camminare anche a motore spento in determinate situazioni, questo dovrebbe portare ad un buon risparmio in termini di carburante in caso di traffico congestionato.

La velocità massima che può raggiungere questo bolide è di 250 km/h, con un’accelerazione che permette di passare da 0 a 100 in appena 5,3 secondi. L’Audi A7 Sportback dovrebbe fare il suo ingresso in Germania per il mese di febbraio del 2018.

Antonio Russo