Maverick Vinales: “Preferirei avere pressioni e giocarmi il titolo”

Maverick Vinales
Maverick Vinales (©Getty Images)

Maverick Vinales a Motegi ha probabilmente detto addio alle chance di vincere il titolo MotoGP 2017. A tre gare dalla fine è scivolato a 41 punti dalla vetta e solo un miracolo può rimetterlo in corsa. Recuperare su Marc Marquez e Andrea Dovizioso un simile svantaggio sarebbe qualcosa di storico.

Vista la complicata situazione tecnica in casa Yamaha, ci viene difficile pensare che a una rimonta. A Phillip Island, sede del prossimo gran premio, il team Movistar si presenta con tanti interrogativi. Se dovesse piovere o esserci una situazione di condizioni mister allora ci sarebbero molti problemi. La M1 sul bagnato fatica tanto. Sull’asciutto la storia dovrebbe essere diversa.

MotoGP Phillip Island, parla Maverick Vinales

Maverick Vinales alla vigilia dei primi turni di prove libere del Gran Premio d’Australia si è così espresso: “Sicuramente è il circuito in cui possiamo recuperare la fiducia – riporta AS -. Si tratta di una pista che amo, a prescindere dal fatto che la moto funzioni o no, è un circuito dove sono sempre andato veloce. Nei test qui eravamo abbastanza forti e facevamo tempi per vincere le gare. Dobbiamo cercare di raggiungere il livello che abbiamo avuto nel test”.

Gli viene domandato se adesso potrà correre con meno attenzione mediatica nei prossimi gran premi: “Preferirei essere lì a lottare e avere le pressioni. Ma non cambia molto, perché eravamo già lontani in Giappone e abbiamo fatto un negativo risultato, e adesso siamo ancora più lontani. C’è poca pressione, ma devo provare a sfruttare le gare mancanti per riportare la Yamaha ai suoi livelli”.

Vinales è ovviamente interpellato sul duello che vede protagonisti Marc Marquez e Andrea Dovizioso: “Per me vincerà chi penserà di più. Sono entrambi veloci. Marquez ha dimostrato di essere sempre rapido qui. Dovi potrebbe pagare qualcosa, ma è molto veloce in Malesia. Vedremo come gestiranno la pressione e chi dei due sarà più intelligente”.

Il pilota Yamaha è onesto e realista nel non sentirsi più in lotta per il titolo: “Sono lontani, non dipende più dal vincere le gare dato che loro possono arrivare secondo o terzo. Devono commettere errori e questo è difficile, perché durante la stagione Dovizioso non ne ha fatti e Marquez non ne farà ora perché è intelligente. Io comunque devo dare il 100%”.

Maverick spera di poter fare un buon risultato a Phillip Island e prenderà spunto dai dati del test pre-campionato nella speranza di essere al top e avere una tregua dalla pioggia: “Sì, cercherò di copiare quello che avevamo fatto nel test e che aveva funzionato. Cercherò di partire con una moto simile”. Tuttavia, Vinales ha detto di recente che della Yamaha del test in Australia c’è rimasto poco e lo ha ribadito anche oggi: “La moto è molto diversa e anche i pneumatici. Non ho fiducia nel fatto che la moto possa essere come a inizio anno, ma spero che sull’asciutto con buone temperature possa fare bene”.

 

Matteo Bellan (segui @TeoBellan su Twitter)