F1, Red Bull anticipa i tempi per la monoposto 2018

Max Verstappen e Daniel Ricciardo (©Getty Images)

Red Bull ha iniziato lo sviluppo della monoposto 2018 con largo anticipo, onde evitare l’errore di ritrovarsi ad inizio Mondiale a dover rincorrere Ferrari e Mercedes. Dal Gran Premio di Spagna Daniel Ricciardo è quasi sempre salito sul podio, salvo il 5° posto di Silverstone, il 4° a Monza e l’incidente in Ungheria alla partenza. A destare ancor più meraviglia sono le ultimissime prestazioni di Max Verstappen, vincitore in Malesia e 2° a Suzuka.

Negli ultimi anni Red Bull ha atteso il più tardi possibile per completare la progettazione della nuova macchina. Pur potendo vantare il miglior telaio in Formula 1 è sopraggiunta tardi a poter sfidare le grandi rivali. “Sembra sempre che i nostri inizi di stagione siano stati lenti, soprattutto da quando sono in questo team (2014, ndr). Ancora non conosco i programmi – ha spiegato Daniel Ricciardo -, dovremmo comunque essere più forti ed è bello sapere che possiamo migliorare. Non so perché non è stato così. Ho sentito che il lancio della prossima vettura dovrebbe avvenire piuttosto presto, ma non so quanto e se abbastanza”.

Il pilota australiano avverte maggior fiducia in ottica 2018, merito anche della stabilità dei regolamenti e di un netto passo avanti in questo finale di campionato. “Non ci sono molti cambiamenti per il prossimo anno, quindi speriamo di partire più forte”, ha proseguito Ricciardo. “Ovviamente questo è il piano, è il desiderio di tutti e credo che partiamo da lì. Se nella prossima stagione non saremo competitivi dovremo affrontare il problema. Pensando a dove siamo quest’anno credo che l’anno prossimo dovremmo essere competitivi. Mercedes ha vinto per troppo tempo – ha concluso il pilota Red Bull – e cercheremo di cambiare”.