Andrea Dovizioso: “Marquez favorito, ma noi lotteremo”

Andrea Dovizioso (©Getty Images)

Dopo la vittoria al cardiopalma in Giappone Andrea Dovizioso sbarca a Phillip Island con l’intenzione di mettere ancora fiato sul collo a Marc Marquez. Da qui a Valencia assisteremo a una sfida storica tra Ducati e Honda per aggiudicarsi il titolo MotoGP. In Australia sarà El Cabroncito a godere dei favori della vigilia, ma il meteo può spostare l’ago della bilancia a favore della Rossa.

Al Twing Ring Motegi Andrea Dovizioso ha portato a casa il quinto trionfo stagionale, strappato con i denti all’ultima curva. 11 punti di gap in classifica iridata si possono colmare in un nulla. Ma sarà vietato fare errori e un obbligo crederci e lottare fino alla fine. Il forlivese è salito sul podio a Phillip Island per tre volte nelle diverse categorie, ottenendo una vittoria in 125 nel 2004 e un terzo posto in MotoGP nel 2011, mentre lo scorso anno ha ingaggiato una bella battaglia con Viñales, chiudendo la sua gara con un buon quarto posto. Come a Motegi, anche a Phillip Island il Ducati Team può vantare quattro vittorie, tutte ottenute grazie a Casey Stoner.

“Sicuramente Phillip Island è una delle piste preferite da Marquez, e probabilmente la situazione sarà un po’ più difficile per noi – ha dichiarato Andrea Dovizioso -. Ma lo scorso anno abbiamo fatto una bella gara e quindi dobbiamo cercare di lavorare nel miglior modo possibile durante tutto il weekend. Mancano solo tre gare alla fine del Campionato e può succedere di tutto. Noi dobbiamo cercare di essere sempre veloci su tutte le piste e in tutte le condizioni. Sulla carta non siamo i favoriti per la vittoria in Australia – ha sottolineato il rider Ducati – ma lotteremo come sempre”.

Nelle nove edizioni del GP di Australia a cui ha partecipato, Jorge Lorenzo ha vinto una volta ed è arrivato secondo in altre quattro occasioni, mentre lo scorso anno ha chiuso la gara al sesto posto. Dopo il problema al posteriore riscontrato a Motegi, il maiorchino è ancora alla ricerca della prima vittoria con la Ducati. “Quest’anno nei GP dove avevamo più aspettative non siamo riusciti a fare delle belle gare e invece a volte, dove meno ce lo aspettavamo, siamo riusciti a migliorare molto. In Australia dovremo fare un passo avanti rispetto ai test invernali, in cui non avevamo un ritmo sufficientemente veloce. Siamo però tornati qui molto più preparati che otto mesi fa e quindi dobbiamo continuare a dare il massimo per migliorare”.