L’ex Ferrari Marmorini lavorerà per la Aston Martin F1

Luca Marmorini (©Getty Images)

L’indiscrezione circolava da alcuni giorni e ora è arrivata la conferma. L’ex capo del reparto power unit Ferrari Luca Marmorini ha appena firmato con la Aston Martin per aiutare la prestigiosa Casa inglese a tornare in F1 in veste di motorista, magari già dal 2021 quando verrà stabilito il nuovo regolamento, probabilmente più attento alle spese. In tempi recenti il marchio aveva annunciato l’acquisto di buona parte delle quote azionarie del team Red Bull diventando di fatto suo title già dal 2018 e adesso un altro passo verso l’approdo nella massima serie.

L’ingegnere vanta ben due periodi nella Scuderia inframezzati dalla permanenza nel team Toyota nelle vesti di responsabile di propulsore ed elettronica. La prima volta fu dal 1990 al 1999 e la seconda dal 2009 al 2014, anno in cui venne defenestrato perché ritenuto tra le cause degli insuccessi di Fernando Alonso.

Il presidente e CEO di Aston Martin, Andy Palmer, ha ammesso a Motorsport.com che la Casa ha voluto assumere “figure utili per poter sviluppare una PU” nel caso in cui il regolamento si dimostrerà in linea con i programmi, specificando tuttavia che il 56enne per il momento svolgerà un ruolo da mero consulente.

“Non abbiamo assunto nessuno che lavori a tempo pieno su questo progetto,  ma rimane aperto uno spazio di valutazione per l’azienda, per cui siamo confermiamo quanto affermato in precedenza visto che stiamo proseguendo nella partecipazione alle riunioni del working group”, ha puntualizzato un portavoce.

Intanto in queste ore, quando manca poco all’inizio del primo weekend americano della stagione, a Maranello si festeggia un compleanno. Quello di Kimi Raikkonen, che oggi spegne ben 38 candeline. Confermato dal Cavallino anche per il prossimo campionato, il pilota di Espoo entrerà nel guinness  in termini di longevità nel Circus moderno.