Kiara Fontanesi: “Scott mi aiuta più di Vinales”

Kiara Fontanesi (photo Facebook)

Kiara Fontanesi ha stupito l’Italia delle due ruote conquistando il quinto titolo mondiale di Motocross. Ma la sua vita, soprattutto sentimentale, sembra intrecciarsi magicamente con il mondo della MotoGP.

La sua love story con Maverick Vinales era iniziata quasi per gioco su Twitter, i due si sono subito conosciuti, hanno convissuto per un certo periodo. Fino all’annuncio del “divorzio” a inizio 2017. Solo pochi mesi dopo la campionessa originaria di Parma ha trovato un nuovo amore, Scott Redding, pilota Pramac Racing che dal prossimo anno salterà in sella all’Aprilia.

Come sono rimasti i rapporti con il suo ex? “Diciamo che non ci sono rapporti. Anche se io non avrei problemi. Nel paddock nella MotoGp capiterà di incrociarci ancora”, ha spiegato Kiara Fontanesi a ‘La Gazzetta dello Sport’. Adesso al suo fianco c’è l’inseparabile Scott… “Ci ha fatti incontrare un’amica comune, in Italia, ma non in pista. Io per un po’ avevo schivato la cosa. Non ne volevo proprio sapere di un altro pilota. Adesso posso dire che non smetterò mai di ringraziare quell’amica”.

Adesso il rider britannico si è trasferito a Parma e l’intesa è perfetta. “Devo dire che mi è di grande aiuto anche in moto”. Molto più di Vinales… “Mi dà consigli utili, sulla guida, sulle traiettorie. Ammetto che a volte seguendoli faccio meno strada. Mentre andavamo in Francia per l’ultimo GP è stato lui a martellarmi, a ripetere che dovevo continuare a crederci. Una volta là, ero spaventata da tutto quel fango – ha raccontato Kiara Fontanesi -. E ho fatto tutta la gara con le sue parole in testa: ‘E’ meglio per te che non ti pianti. Se tu sei in difficoltà le altre lo saranno più di te’. Ha avuto ragione”.

Dopo la conquista del quinto titolo iridato sono arrivati complimenti da ogni angolo dello sport. Ma i più belli sono certamente “quelli di Valentino e di Marc Marquez”. E sul repentino ritorno di Rossi in pista: “Valentino è Valentino, ci stupisce sempre, penso che comunque un infortunio non sia mai una cosa positiva”, ha sottolineato la campionessa a Sky Sport. “Io non ho mai subito infortuni gravissimi, ma quando ti capita qualcosa la prima cosa che chiedi è non cosa mi sono fatto ma quando posso tornare in moto. Noi piloti siamo fatti così”.