Il GP del Qatar fa un’altra vittima, la maledizione continua?

Maverick Vinales (©Getty Images)

Il GP del Qatar è una delle gare più affascinanti del mondiale di MotoGP. A rendere il tutto ancora più entusiasmante la particolarità di essere l’unico Gran Premio del mondiale a disputarsi in notturna. Dal 2007, inoltre, è diventato in pianta stabile il circuito che apre le danze in MotoGP. In quella prima occasione fu Casey Stoner a vincere dopo un duello entusiasmante con Rossi sino all’ultima curva.

Dal 2007 si sono disputate ben 11 edizioni del GP del Qatar. Il record di vittorie su questo tracciato, conteggiando anche le edizioni del 2006, 2005 e 2004, appartiene a pari merito a Valentino Rossi e Casey Stoner, entrambi fermi a 4 vittorie a Losail.

Con Vinales sarebbe 3 stagioni consecutive

Come dicevamo però il GP del Qatar, ormai da 11 stagioni apre la MotoGP, ma negli anni non ha mai portato molta fortuna ai propri vincitori. Soltanto in 4 occasioni, infatti, il vincitore della prima gara del mondiale ha poi vinto il campionato. A sfatare questo pesante tabù è stato per due volte Casey Stoner, nel 2007 e 2011, Jorge Lorenzo nel 2012 e Marc Marquez nel 2014.

Negli altri casi, invece, il pilota che ha vinto il GP del Qatar non ha mai vinto il mondiale. La storia sembra ripetersi anche quest’anno. Maverick Vinales, infatti, partito con i favori del pronostico in questo campionato ha piazzato subito la zampata vincente a Losail, salvo poi calare durante la stagione. Attualmente, con ancora 3 Gran Premi da disputarsi, lo spagnolo è a 41 punti dalla vetta e ha il morale in frantumi.

Nel caso in cui, come effettivamente sembra, Maverick Vinales non dovesse riuscire a vincere il mondiale (solo l’aritmetica gli dà ancora speranza), sarebbe addirittura il 3° anno consecutivo, che il vincitore del GP del Qatar (cioè la prima gara della stagione), poi non riesce a fare suo il titolo.

Antonio Russo