Alonso a Rosberg: “Facile criticare le scelte altrui. Io come Schumi”

Fernando Alonso (© Getty Images)

Sentitosi punto sul vivo, Fernando Alonso ha deciso di replicare alle considerazioni fatte da Nico Rosberg durante il weekend di Suzuka. Il tedesco, per la prima volta nelle vesti di commentatore per Sky F1 Uk, commentando le difficoltà delle ultime stagioni dello spagnolo aveva dichiarato che la sua non era “sfortuna, bensì incapacità di scegliere i team giusti, perché anche il miglior pilota al mondo senza una macchina competitiva non può vincere”, sottolineando poi come “la sua unica opzione per il 2018 sarà restare alla McLaren“.

“Non mi pento di nessuna delle decisioni prese”, ha affermato il Samurai a F1i.com. “In ogni occasione ho cercato la migliore opportunità possibile. Quella che mi sembrava più logica. Sfortunatamente non ho la palla di cristallo. Quanto mi è capitato a Woking è stato un po’ come il ritorno di Michael Schumacher in F1.  Il suo periodo in Mercedes non è certo stato n linea con le sue aspettative. Allo stesso modo Lewis Hamilton non ha avuto subito vita facile nella scuderia di Stoccarda”.

“Per quanto mi riguarda sono fiero di aver corso per la Renault, la Ferrari e la McLaren. Al momento del mio ingresso in queste squadre nessuno mi ha criticato per la scelta o mi ha detto che stavo sbagliando. Con il senno di poi è facile criticare, ma come affermato mi sento orgoglioso del mio percorso”, ha risposto con fermezza il due volte iridato.

In effetti tra l’Italia e l’Inghilterra il piatto di Alonso in termini di risultati ha pianto parecchio. Il nervosismo spesso manifestato non ha giocato a suo favore e tantomeno le pretese avanzate a livello economico e e prestazionale del gruppo di lavoro. Ad oggi, quando mancano 4 gare alla fine del 2017, l’asturiano “vanta” un bottino di appena 10 punti, il suo miglior piazzamento è stato il sesto posto dell’Ungheria, 6 sono stati i ritiri, mentre in Russia per noie tecniche non ha potuto prendere il via.

Chiara Rainis