MotoGP Motegi, Gigi Dall’Igna: “Dovizioso come Stoner”

Gigi Dall’Igna (Getty Images)

E’ davvero esploso di gioia Gigi Dall’Igna quando il suo Andrea Dovizioso ha tagliato, un po’ a sorpresa, per primo il traguardo al termine di un bagnato GP del Giappone, rendendo realtà un successo che sembrava insperato vista la competitività mostrata da Marc Marquez per quasi tutti i 24 giri della corsa.

“Vincere in casa della Honda è qualcosa di veramente incredibile. Io conservo ancora i pistoni dei miei piloti che hanno trionfato qui in 125 e 250”. Ha rivelato sorridente a Sky Sport HD il boss Ducati. “Per il momento, questo è il centro più importante della stagione perché arriva a tre gare dalla fine, quando i punti sono fondamentali per il mondiale”.

“Io sono ottimista di natura e sapevo che Dovi ci avrebbe provato nell’ultima occasione disponibile”. Ha proseguito. “Mi sembrava però che non stesse facendo delle traiettorie ottimali sul rettilineo, di conseguenza ho pensato ad un attacco alla curva 11, dove effettivamente è poi avvenuto”.

Quindi risultati alla mano la pensate comparazione: “Non credo che sia dissacrante paragonare Andrea a Casey Stoner. E’ veramente in splendida forma e sta facendo delle cose fantastiche, sia dal punto di vista dell’intelligenza che mostra sempre sulla moto, sia da quello della cattiveria che tira fuori ogni volta che serve”.

La successiva riflessione è per la classifica generale che ad oggi vede il #4 staccato di 11 lunghezze dal #93. “Per stimolare i miei ragazzi dico loro che c’è tanto lavoro da fare e che siamo inferiori agli altri, ma va riconosciuto che stiamo facendo bene su tracciati diversi e con piloti dalle caratteristiche differenti. Non so se questo significhi che siamo al livello dei nostri competitior, però sicuramente siamo qui a giocarcela e questo fa molto piacere”.

Infine su Jorge Lorenzo, sesto alla bandiera a scacchi Dall’Igna ha considerato: “Il contatto con Zarco è stato determinante. Lo ha portato fuori pista e lui si è disunito. Rallentando leggermente ha perso temperatura nelle gomme e ci ha messo del tempo per riportarle nella finestra di utilizzo. Poi però ha fatto una buona ultimo stint. E’ riuscito a superare Vinales e lo stesso Johann, portando via punti alla Yamaha nel costruttori”.