Motegi, Andrea Dovizioso: “La terza fila non ci fermerà”

Andrea Dovizioso (©Getty Images)

Andrea Dovizioso 9° dopo le qualifiche del GP di Motegi 2017. Le condizioni miste dell’asfalto hanno tradito le aspettative del box Ducati, ma domani è prevista gara bagnata e tutto resta incerto. L’obiettivo è ridurre il gap di 16 punti dal leader di classifica Marc Marquez.

Partire dalla terza fila non è la miglior condizione per inseguire il campione della Honda, terzo dopo le qualifiche. Non esistono strategie, ad eccezione delle mescole al posteriore. Bisogna puntare alla vittoria senza troppo pensare alle prestazioni di Marquez. Basterebbe finire davanti allo spagnolo per mantenere alte le speranze iridate. Di certo una pista metà bagnata metà asciutta ha complicato la situazione di partenza al Twin Ring di Motegi. “La terza fila non è l’ideale, ma non credo che ci fermerà”, ha assicurato un fiducioso Andrea Dovizioso. “Sono molto rilassato, tutto può succedere”.

Il meteo promette pioggia e sarebbe la condizione migliore per ridurre i risultati della Q2. “In caso di pioggia è difficile mantenere l’equilibrio, ma mi sento bene. Marc è davvero forte. Anche Jorge è veloce. A mio parere si deve anche fare i conti con Aleix Espargaró. I piloti Yamaha sono difficili da valutare, perché Valentino era molto veloce la mattina, ma c’era pochissima acqua sulla pista. Venerdì era molto lento. Ma Rossi non si sa mai”, ha scherzato il forlivese.

Sarà una gara combattuta soprattutto nel finale. Perchè bisogna giocare anche sull’usura dei pneumatici. Di certo non sarà una gara focalizzata su Marc: “L’obiettivo è la vittoria. Devo comporre alcuni punti nella valutazione globale. Come sempre dico, quando mi sento abbastanza bene, cerco di vincere. Se questo non è il caso, non si può fare un errore per l’eccessiva fretta e perdere la lotta per il titolo”.