Jorge Lorenzo: “Miglioriamo, ma con Crutchlow potevo farmi male”

Jorge Lorenzo

Jorge Lorenzo (©Getty Images)

Jorge Lorenzo ha concluso positivamente la FP2 del Gran Premio del Giappone. Lo spagnolo si è piazzato in quarta posizione a tre decimi e mezzo dal leader della sessione, ovvero il compagno Andrea Dovizioso.

Dopo una FP1 che lo aveva visto protagonista di un incidente rischioso con Cal Crutchlow, il quale ha perso il controllo della propria Honda e lo ha centrato in pieno, il pilota Ducati ha fatto progressi nella seconda sessione di Prove Libere. Giornata caratterizzata da una Motegi bagnata e che dunque non ha consentito ai rider MotoGP di esprimere tutto il loro potenziale reale.

MotoGP Motegi, Jorge Lorenzo dopo la FP2

Jorge Lorenzo al termine della FP2 si è concesso ai microfoni di Sky Sport per commentare questa prima giornata di Prove Libere: “C’era tanta acqua in pista, nel pomeriggio un po’ meno che al mattino ma poi ha cominciato a piovere molto e non era facile migliorare i tempi della FP1. Però siamo lì, tra i primi quattro. Nell’ultimo run del pomeriggio ho fatto un grande passo, mi sono trovato molto bene con la moto e siamo migliorati durante il giorno.”

Lo spagnolo della Ducati ricorda l’episodio dell’incidente con Cal Crutchlow: “Stamattina sono stato fortunato, potevo farmi molto male con l’errore di Cal. Però sono stato fortunato e non mi sono rotto nulla. Io volevo rientrare al box, l’avevo visto tanto indietro e piano piano ho aumentato il mio ritmo per non disturbare, lui mi ha visto ed essendo solo la prima prova libera era meglio se avesse cancellato quel giro e non rischiava tanto. Andava veramente forte, ha perso il controllo della moto. Dopo invece di scusarsi mi ha incolpato. Due ore dopo, però, è venuto a scusarsi. Ha capito di aver sbagliato”.

Ci sono solamente due treni di gomme extra-soft, cosa che Andrea Dovizioso vuole esporre in Safety Commission perché sono troppo poche. Lorenzo è d’accordo col compagno: “Oggi con tanta acqua il pneumatico dietro era troppo duro, ne serviva uno più morbido ma ne abbiamo solo due e li riserviamo per qualifica e gara. Servirebbe averne uno o due in più. Ne parleremo in Safety Commission”.

Matteo Bellan (segui @TeoBellan su Twitter)



Altre Notizie