Niki Lauda: “Rosberg e Hamilton non si salutavano”

Nico Rosberg e Lewis Hamilton (©Getty Images)

Nella stagione 2016 si respirava un’atmosfera molto tesa nel box Mercedes. Il titolo iridato è stato combattuto fino all’ultima gara tra i due “compagni” di scuderia Lewis Hamilton e Nico Rosberg. Non poche volte abbiamo assistito alle scintille in pista, ma dietro le quinte erano solo gli uomini delle Frecce d’Argento a conoscere il rapporto teso tra i due.

In un’intervista su YouTube con Graham Bensinger, Niki Lauda ricorda: “Non avevano niente a che fare l’uno con l’altro, era sempre male. A volte era così male che non si salutano neanche la mattina. Non mi aspettavo che loro facessero la colazione insieme quando non si piacciono. Ma il rapporto tra i due era veramente cattivo”.

Amici nei kart, nemici in F1

Pensare che nel 2000 erano due giovani talenti di 15 anni che gareggiavano nei kart con il team MBM, equipaggiamento creato esclusivamente per loro da Mercedes Benz e McLaren la cui direzione era responsabile di Dino Chiesa). Hanno condiviso una stanza e mangiato insieme, poi il team si è aggiudicato il campionato con Hamilton primo e con Rosberg secondo.

Nonostante le strade si siano divise l’amicizia rimase quasi intatta, tanto che quando nel 2013 Lewis Hamilton ha firmato per la Mercedes Nico Rosberg era entusiasta. “È un piacere essere sulla stessa squadra, è stato il nostro sogno”, ha detto il pilota tedesco. Ma dopo essere diventato campione del mondo nel 2016 Nico ha capovolto la sua opinione. “È impossibile mantenere un rapporto amichevole con Hamilton”.

L’atmosfera era divenuta talmente rovente che sono dovuti intervenire i vertici della Casa di Stoccarda. “Abbiamo messo delle regole, abbiamo detto loro quello che ciò che stava accadendo era inaccettabile”, ha proseguito Niki Lauda. “Toto Wolff ha imposto alcune leggi che se non fossero state rispettate sarebbero stati puniti”. L’apice della discordia si è avuto dopo l’incidente al GP di Spagna 2016, quando entrambe le Mercedes si autoeliminarono alla partenza. “Ci siamo riservati il diritto di buttare fuori un pilota, perché si gioca per una squadra e non possiamo semplicemente distruggere l’altro. Abbiamo avuto ancora una volta la pace, abbiamo lottato duro e gli incidenti tra di loro sono scomparsi “.

Dopo la vittoria del titolo mondiale Nico Rosberg ha annunciato l’addio alla Formula 1, per buona pace di Lewis Hamilton. Adesso il pilota inglese condivide il box con Valtteri Bottas. Tra i due regna massima concordia, almeno fino a quando il finlandese non gli contenderà seriamente il titolo…

Luigi Ciamburro



Altre Notizie