MotoGP, Jonas Folger lascia il Giappone per virus sospetto

Jonas Folger (©Getty Images)

Jonas Folger dovrà saltare il Gran Premio del Giappone per aver contratto il virus Epstein Barr. Il pilota del team Tech3, dopo aver saltato alcuni eventi per Yamaha, è ritornato già in Germania per urgenti controlli medici. Subito dopo l’arrivo in terra d’oriente ha avvertito una grande stanchezza ed è stato subito sottoposto a visita medica dal personale della Clinica Mobile.

I medici gli hanno consigliato di intraprendere ulteriori esami clinici a Monaco di Baviera e la sua presenza resta in dubbio anche per i prossimi appuntamenti di Phillip Island e Sepang. “Sono venuto in Giappone molto motivato per queste tre gare, ma mi sono sentito veramente debole dopo le gare di Misano e Aragon”, ha spiegato Jonas Folger. “All’arrivo qui, ho combattuto con i miei livelli di energia, persino lasciare la camera d’albergo era impossibile per me, purtroppo ho dovuto perdere alcuni eventi Yamaha e mi dispiace molto”.

Il virus Epstein Barr, detta anche “malattia del bacio”, può causare la ebbre ghiandolare di Pfeiffer oltre ad avere possibili conseguenze ben più gravi. “Ho incontrato Hervé [Poncharal] mercoledì sera e abbiamo accettato di fare un check con i medici questa mattina. Ho incontrato Dr Charte e il team di Clinica Mobile e mi hanno consigliato di tornare in Germania subito per una serie di test del sangue. In passato ho già contratto il virus Epstein Barr e pensavo fosse risolto, ma non possiamo essere sicuri finché non avremo effettuato questi test a Monaco”.

Saltando il GP di Motegi Folger può dire addio al titolo di Rookie of the Year 2017 lasciandolo nelle mani di Johann Zarco. Il suo obiettivo mai troppo celato è di poter prendere un giorno il posto di Valentino Rossi sulla moto ufficiale. “Mi dispiace davvero per tutta la mia squadra e Yamaha per la loro gara di casa e vorrei ringraziarli per tutto il loro sostegno. Mi dispiace anche per i miei sponsor personali, mi sono molto vicini in questo momento difficile. Cercherò di tornare più forte. Ora devo rimanere positivo”. I medici decideranno solo dopo i test clinici se Jonas Folger potrà partecipare al Gran Premio d’Australia dal 20 ottobre.

Luigi Ciamburro



Altre Notizie